Home / Politica / 'Fatti gravi alla Cavarzerani, il Governo intervenga'

'Fatti gravi alla Cavarzerani, il Governo intervenga'

Savino e Novelli (FI): “In Fvg situazione esplosiva, il Governo dov'è?

\u0027Fatti gravi alla Cavarzerani, il Governo intervenga\u0027

“Cosa deve succedere ancora prima che il ministro Lamorgese e tutto il Governo capiscano che questa situazione per il Friuli Venezia Giulia non è più sopportabile?” se lo chiede l’onorevole Sandra Savino, coordinatrice regionale di Forza Italia, commentando la rivolta dei migranti in corso presso l’ex caserma Cavarzerani di Udine. “Mentre decine di migranti continuano ad arrivare tutti i giorni tramite la rotta balcanica, quelli ospitati nella Cavarzerani, in quarantena per la positività di alcuni di loro, appiccano il fuoco a materassi e suppellettili e impediscono l’accesso ai Vigili del fuoco sbarrando l’ingresso. L’esecutivo deve accelerare i ricollocamenti in altre regioni e mandare l’esercito a presidiare il confine, non c’è più tempo da perdere” conclude la deputata.

"Altri ingressi di decine di migranti clandestini, casi di positività all’interno dell’ex caserma Cavarzerani, fughe dalla struttura e un principio di rivolta: la situazione a Udine e in tutto il Friuli Venezia Giulia è esplosiva. Una situazione che deve essere affrontata subito e con forza dal Governo: dove sono i controlli serrati sui mezzi pesanti annunciati dal ministro Lamorgese? Dove sono i militari annunciati? Adesso basta parole: si mandi l’esercito a presidiare i confini e supportare nel presidio delle strutture di accoglienza e si convochi un vertice con il governo sloveno", scrive in una nota il deputato di Forza Italia Roberto Novelli.

"Perché è quantomeno strano che centinaia di migranti attraversino la Slovenia fino ad arrivare indisturbati in Italia. Chiediamo fermezza, con buona pace dei professionisti dell’accoglienza che per non passare da razzisti non si rendono conto delle conseguenze. Qui non c’entra il razzismo né la mancanza di solidarietà e di pietà, ma la tutela della salute dei cittadini di Udine e del Fvg che in questi mesi hanno rispettato le regole e fatto sacrifici che non devono essere vanificati dall’inerzia delle istituzioni nazionali italiane, dalla solerzia a corrente alternata della Slovenia e della proverbiale assenza dell’Europa", conclude Novelli.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori