Home / Politica / 'Fvg Pride, i diritti non si tutelano con le provocazioni'

'Fvg Pride, i diritti non si tutelano con le provocazioni'

Nel giorno della sfilata transfrontaliera, il sindaco di Gorizia Ziberna ribadisce la sua posizione

Oggi, a Gorizia e Nova Gorica, è il giorno della sfilata transfrontaliera, evento clou del Fvg Pride. Sulla manifestazione, interviene nuovamente, con un video messaggio, il sindaco del capoluogo isontino Rodolfo Ziberna. "Nessuno ha impedito lo svolgimento della manifestazione", precisa il primo cittadino. "Semplicemente non abbiamo concesso il patrocinio, spiegando le ragioni di questa scelta".

"Abbiamo ribadito la libertà di amare chicchessia e la condanna a ogni forma di violenza e discriminazione, ma condanniamo anche l'uso strumentale di questi appuntamenti. Nel manifesto del Fvg Pride, infatti, si leggono, tra le richieste, la chiusura dei Cpr, la rimozione dei crocifissi dagli uffici pubblici e dalle suole e l'approvazione del ddl Zan...".

"Richieste che fanno capire come si parli di tolleranza a senso unico. Da settimane, io personalmente sono oggetto di offese e insulti di ogni genere. Ecco, penso che i diritti non si tutelino con provocazioni o eccessi".

Articoli correlati
0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori