Home / Politica / 'Gravi ritardi nella fornitura delle mascherine'

'Gravi ritardi nella fornitura delle mascherine'

Fedriga, dopo alcuni attacchi sul mancato approvvigionamento, difende l'operato dei suoi uomini in un'operazione verità

Le forniture, commissariate dal governo romano, non arrivano. Chieste dalla Regione 1.756.000 protezioni per il viso (tra occhiali e mascherine), di queste ne sono arrivate solamente 124mila. Numeri impressionati, in particolare se si calcolano i ritardi o le mancanze tra i macchinari salva-vita.

Il presidente Massimiliano Fedriga interviene con un video pubblicato su Facebook intitolato Operazione verità in merito all'approvvigionamento di mascherine e di diverso materiale protettivo. "Il Governo nazionale ha deciso legittimamente di fare un commissariamento nazionale per l'emergenza sanitaria", premette il governatore. "Si tratta di un commissariamento che si occupa degli acquisti del materiale per l'emergenza sanitaria". "Noi come Regione - prosegue Fedriga - siamo comunque andati avanti con i nostri professionisti cercando di acquisire del materiale per via parallele. Una scelta fortunata, altrimenti oggi non avremmo nulla".

Fedriga poi snocciola un po' di numeri sulle forniture disattese. "Dei 660 mila camici impermeabili chiesti a Roma dalla Regione Fvg, non n'è arrivato nemmeno uno. Un milione e 496mila le mascherine chirurgiche richieste al commissario. Di queste, ne sono arrivate solamente 124mila. Chieste, sempre al Governo, anche 110 mila mascherine Ffp2. Solo 33.380mila quelle giunte a Palmanova. Delle protezioni più evolute Ffp3, 110 mila sono quelle che si attendevano, zero quelle arrivate. Dei 240 ventilatori polmonari ad alta complessità per terapia intensiva ne dovrebbero arrivare solamente 7. Dei 35 ventilatori polmonari per terapia sub-intensiva a turbina non si è vista alcuna traccia. Stessa sorte per i 118 aspiratori elettrici richiesti e per i 39.900 occhiali protettivi 39.900".

"Se c'è qualcuno, magari che appoggia qualche partito di questo Governo, che oggi accusa la Regione Fvg di non approvvigionarsi di materiale dice una cosa sbagliata e una speculazione indegna", prosegue il presidente. "I nostri professionisti stanno facendo il possibile. Se Roma , che ha scelto di approvvigionarci del materiale, non ci manda le forniture, non si può accusare i nostri professionisti e la nostra Regione di non fare bene il nostro lavoro. Anzi, la Regione sta facendo più del dovuto. Stiamo programmando e creando nuove terapie intensive. Abbiamo approvicionato di mascherine con canali nostri ed esterni, non ufficiali. Stiamo facendo uno sforzo incredibile per trovare aziende che convertano la loro produzione al fine di fornire i cittadini di mascherine. Le polemiche di questo tipo, soprattutto se false, sono inaccettabili e ho il dovere di difendere i professionisti della Protezione civile e della Regione e del comparto sanitario. Altrimenti vorrebbe dire che chi mente ha sempre il diritto di platea. Serve un'operazione di verità", chiosa Fedriga. "Serve per far sapere ai cittadini come stanno veramente le cose".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori