Home / Politica / 'Il Governo apre sulla revisione dei parametri'

'Il Governo apre sulla revisione dei parametri'

Nuovo schema nel prossimo Dpcm. Fedriga: "Il supporto dei tecnici è essenziale, ma la responsabilità finale delle scelte deve essere assunta dagli organi politici"

\u0027Il Governo apre sulla revisione dei parametri\u0027

"Valuto con favore la disponibilità data dal Governo ad accogliere la richiesta, avanzata all'unanimità dalla Conferenza delle Regioni, di rivedere i parametri di classificazione dei territori nel prossimo Dpcm: il supporto dei tecnici è essenziale per delineare il quadro della situazione, ma la responsabilità finale delle scelte deve essere assunta dagli organi politici". Lo ha detto il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, durante la riunione, in videoconferenza, della Conferenza delle Regioni alla presenza dei ministri della Salute, Roberto Speranza, e degli Affari regionali e Autonomie, Francesco Boccia.

In merito ai ristori, Fedriga ha ribadito la necessità di sospendere i tributi per le categorie penalizzate dalle restrizioni: "Una misura essenziale - ha chiarito - per garantire ossigeno al tessuto produttivo e alle famiglie".

Fedriga ha infine sottolineato l'importanza del processo di condivisione "che non può essere confinato alle sole istituzioni, ma che deve essere invece allargato alle categorie economiche al fine di stimolare la massima partecipazione attorno a ogni scelta strategica relativa alla lotta al Coronavirus".

I parametri del monitoraggio, quindi, non cambiano fino al 3 dicembre. Ma, da domani fino a fine mese ci sarà un tavolo tecnico tra il presidente dell'Istituto superiore di sanità Silvio Brusaferro, i tecnici dell'Iss, quelli del ministero della Salute e delle Regioni per valutare eventuali correttivi. 

Il Ministro agli Affari Regionali Francesco Boccia sottolinea che "c'è stata una condivisione unitaria del percorso. Dobbiamo tenere duro in queste settimane perché più saremo rigorosi adesso, più metteremo in sicurezza il Paese, prima ripartiremo".

Le Regioni che applicheranno autonomamente misure restrittive per i propri territori potranno richiedere, comunque, i ristori per le categorie colpite dai provvedimenti. All'incontro in videoconferenza hanno partecipato anche il ministro Speranza e il presidente dell'Iss Brusaferro.

"Nessuno sottovaluti la serietà della situazione", sono le parole di Speranza. "La pressione sulle strutture sanitarie è molto alta. Non si può assolutamente scambiare qualche primissimo e ancora insufficiente segnale incoraggiante, frutto delle misure che abbiamo assunto nelle ultime settimane, in uno scampato pericolo".

"Bisogna rendere trasparenti e chiari i meccanismi a tutta la popolazione, ma parliamo sempre di algoritmi e valutazioni scientifiche ed è un po' complicato rendere semplice un meccanismo articolato", ha detto il premier Giuseppe Conte nel suo intervento all'assemblea dell'Anci. "Ricordiamo sempre che all'interno della cabina di regia ci sono tre rappresentanti delle Regioni che hanno contribuito a elaborare questi parametri e ogni volta partecipano alla comunicazione dell'esito del monitoraggio. Dobbiamo fare ancora di più. Cercheremo di rendere ancora più chiari e trasparenti i parametri ma questo non diventi confusione".

Articoli correlati
0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori