Home / Politica / 'Irruzione di CasaPound, atto gravissimo e anticostituzionale'

'Irruzione di CasaPound, atto gravissimo e anticostituzionale'

L'Anpi ha indetto una manifestazione per giovedì 6 agosto in piazza Unità d'Italia davanti alla Prefettura

\u0027Irruzione di CasaPound, atto gravissimo e anticostituzionale\u0027

Giovedì 6 agosto alle 17.30 in piazza Unità d'Italia, davanti alla Prefettura, in rispetto del distanziamento anti-covid e delle precauzioni sanitarie, Cgil Trieste e Anpi-Vzpi Trieste organizzano un presidio in risposta ai gravissimi fatti del 4 agosto che hanno visto l'irruzione di un gruppo di militanti di CasaPound nell'aula del Consiglio Regionale.

"Non riteniamo possibile minimizzare né dare spazio ad alcuna tolleranza nei confronti di atti, metodi, gesti e linguaggi che sfregiano la dialettica politica e i luoghi della discussione democratica. Invitiamo la cittadinanza tutta e le forze democratiche a una larga partecipazione al presidio. Nell'occasione gli organizzatori consegneranno al Prefetto una lettera contenente le motivazioni del presidio e le posizioni politiche sui fatti avvenuti in Consiglio".

"L'aggressione squadrista in Consiglio regionale a opera di un manipolo di militanti di CasaPound è atto gravissimo e anticostituzionale", commenta l'Anpi Fvg. "Il disprezzo delle regole democratiche e lo sfregio attuato nei confronti del Consiglio regionale dimostrano ancora una volta la vera matrice fascista di CasaPound e configurano un palese reato di vilipendio delle istituzioni repubblicane e contestuale istigazione a delinquere nell'aver interrotto e impedito il regolare esercizio di un'attività istituzionale. Le farneticanti dichiarazioni di un consigliere regionale presente al fatto e l'improvvida uscita del responsabile della Protezione civile di Grado aggiungono odio all'odio e fanno raggiungere al Friuli Venezia Giulia il triste primato di regione razzista, xenofoba e antidemocratica".

"I reati sono reati e come tali vanno perseguiti. Basta alle campagne d'odio. Invitiamo tutte le forze democratiche a unirsi in un'azione comune nella difesa del carattere antifascista della Costituzione e per l'applicazione delle sue norme. Il Friuli Venezia Giulia è terra di confine, ma non di chiusura o separazione: facciamo in modo che la nostra terra sia luogo di crescita, di scambio e di conoscenza, in pace e nella prospettiva di un universale arricchimento in umanità e progresso. Aderiamo, quindi, compatti alla manifestazione indetta a Trieste il 6 agosto.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori