Home / Politica / 'Recintare gli argini dei canali per evitare la moria di animali selvatici'

'Recintare gli argini dei canali per evitare la moria di animali selvatici'

Dal Zovo (M5S) denuncia la mattanza e ricorda che è stata aperta anche una raccolta di firme online

\u0027Recintare gli argini dei canali per evitare la moria di animali selvatici\u0027

“In questi giorni, abbiamo tutti letto della ‘mattanza’ in atto nei canali Ledra e Giavons, dove, durante il periodo degli amori, i caprioli maschi cadono o entrano. Gli argini sono troppo alti, ripidi e cementificati e non consentono agli animali di uscire”. Lo rimarca la consigliera regionale del MoVimento 5 Stelle, Ilaria Dal Zovo.

“Alcuni più fortunati vengono notati e soccorsi dal Corpo forestale o dai Vigili del Fuoco. Altri, troppi, non hanno la stessa fortuna e muoiono annegati o vengono mutilati dalle lame degli sgrigliatori delle centrali idroelettriche – continua Dal Zovo -. E il problema non si limita a questi canali, ma la cronaca è piena di questi tristi eventi”.

“Sono in molti in questi giorni a segnalare, anche quest'anno, queste atrocità e sono in molti, negli anni, ad avere chiesto l'intervento di chi quei canali li gestisce, chiedendo interventi per evitare che ciò accada – aggiunge la consigliera M5S -. Le richieste sono finalizzate a recintare gli argini, in modo da evitare che gli animali facciano questa fine: a questo scopo è stata aperta anche una raccolta di firme online”.

“Ci uniamo alle richieste e mi attiverò in regione, per capire cosa e come fare per salvaguardare la vita di questi animali – conclude Dal Zovo -. Dobbiamo smettere di pensare che le nostre attività non interferiscono con le altre specie che popolano il territorio, e imparare ad avere rispetto e a salvaguardare la biodiversità”.

Articoli correlati
0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori