Home / Politica / 'Ripresa anche grazie al Patto per l'Export'

'Ripresa anche grazie al Patto per l'Export'

"Nella nostra regione - commenta il M5S - si è registrata una variazione positiva 2021-2020 del 27,7%"

\u0027Ripresa anche grazie al Patto per l\u0027Export\u0027

I dati positivi diffusi dalla Sace sull'Export in Italia confermano come, anche in Friuli Venezia Giulia, l'andamento delle esportazioni stia viaggiando nella giusta direzione, anche grazie al Patto per l'Export siglato appena un anno fa dal Ministro degli Esteri Luigi Di Maio". Lo dichiarano i deputati del MoVimento 5 Stelle Luca Sut e Sabrina De Carlo, a seguito della pubblicazione del 15° Rapporto sull'Export, redatto dall'Ufficio Studi della Sezione speciale per l'Assicurazione del Credito all'Esportazione.

"Nella nostra regione si è registrata una variazione positiva 2021-2020 del 27,7 %, a fronte del 24,2% segnato dalla crescita nazionale delle esportazioni che, nei primi 6 mesi del 2021, hanno raggiunto quota 250 mld. Di questo passo – aggiungono Sut e De Carlo – siamo fiduciosi di poter presto raggiungere livelli di esportazione assimilabili alla fase pre-pandemica.

"Il nostro tessuto produttivo si è rimboccato le maniche per riuscire a risalire la china dopo l’impatto del Covid-19, ma è innegabile il ruolo svolto dal Ministero degli Esteri che con un’innovativa strategia di rilancio del Made in Italy ha sostenuto l’internazionalizzazione del sistema alla luce del difficile quadro economico generato dalla pandemia. Ricordiamo - chiosano i pentastellati - che, nel Patto per l’Export, lo stanziamento statale previsto ammonta finora a 5,4 miliardi”.

“Sul piano nazionale, secondo le stime della Sace - aggiungono - le vendite dei prodotti Made in Italy raggiungeranno complessivamente quota 482 miliardi di euro, per poi continuare ad aumentare del 5,4% nel 2022 e assestarsi su una crescita del 4%, in media, nel biennio successivo. Una prospettiva – concludono - che ci incoraggia e ci conferma l’efficacia delle misure introdotte dal Governo che ha creduto in un Patto basato su digitalizzazione, innovazione e spirito partecipativo, frutto del confronto con le associazioni di categoria, con i ministeri coinvolti, le Regioni e le Camere di Commercio”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori