Home / Politica / 'Udine, un fondo comunale contro il caro-bollette'

'Udine, un fondo comunale contro il caro-bollette'

E' la proposta del consigliere Pirone, che ha presentato un ordine del giorno al bilancio di previsione, la cui votazione è prevista per domani

\u0027Udine, un fondo comunale contro il caro-bollette\u0027

Un fondo comunale contro il caro-bollette, per aiutare le famiglie udinesi in difficoltà. E' la proposta avanzata dal consigliere Federico Pirone (Progetto Innovare), che ha depositato un ordine del giorno al bilancio di previsione, la cui votazione è prevista per domani. 

"Da inizio anno e per i prossimi tre mesi le bollette della luce costeranno il 55% in più e quelle del gas il 41,8% in più, a seguito del rincaro deciso dall’autorità dell’energia Arera nel consueto aggiornamento trimestrale che adegua ai costi l’andamento delle tariffe energetiche", ricorda Pirone. "Per il primo trimestre 2022, gli aventi diritto al bonus nazionale sono le famiglie con un Isee sotto gli 8.165 euro annui, i nuclei numerosi con un Isee di 20.000 euro annui e più di tre figli a carico, i beneficiari di reddito o pensione di cittadinanza e gli utenti fragili che utilizzano apparecchiature elettromedicali. Ma è importante prevedere delle forme di sostegno anche per quei nuclei familiari che, per reddito, si collocano al di sopra della fascia di povertà, ma comunque rischiano di scivolare o sono già scivolate nella difficoltà dell’indigenza".

"Chiedo, quindi, alla Giunta di prevedere la creazione di una sorta di 'Fondo comunale per il caro bollette' al quale possano accedere quei nuclei familiari residenti (siano essi singoli o nuclei composti da più persone) che per reddito si collocano al di sopra della fascia di povertà, ma necessitano di un aiuto economico a causa dei rilevanti rincari delle bollette del primo trimestre 2022".

"Invito a studiare, insieme al servizio sociale professionale dell'Ambito ed eventualmente con il coinvolgimento delle realtà associative impegnate prioritariamente nel contrasto alla povertà (Caritas, Croce Rossa, Società di San Vincenzo de Paoli Consiglio Centrale di Udine, etc) nella nostra città, modalità che consentano di erogare i sostegni ai nuclei familiari in maniera celere e senza appesantimento burocratico per l’Amministrazione comunale e per i nuclei potenzialmente beneficiari".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori