Home / Politica / 365 milioni per il Fvg nel nuovo Piano Fesr 2021-2027

365 milioni per il Fvg nel nuovo Piano Fesr 2021-2027

Zilli ha fatto il punto sul programma che si avvia verso la conclusione e per gettare le basi dei prossimi investimenti

365 milioni per il Fvg nel nuovo Piano Fesr 2021-2027

"Il Programma di investimenti europei 2021-2027, che sta per partire dopo l'inevitabile rallentamento causato dalle emergenze del Covid e della situazione geopolitica internazionale, prevede una dotazione per il Friuli Venezia Giulia di circa 365 milioni di euro, con un incremento di oltre 130 milioni di euro rispetto al Piano precedente 2014-2020. Piano che sta per concludersi e che ci vede come la Regione più performante in Italia rispetto all'utilizzo delle risorse economiche europee. Il nuovo Programma 2021-2027 è una grande opportunità e rappresenta un riconoscimento per la capacità di spesa e di funzionamento del sistema-regione che vede giustamente aumentato il finanziamento del Piano rispetto ai sette anni precedenti".

Lo ha detto l'assessore regionale alle Finanze Barbara Zilli partecipando questa mattina al Tavolo di partenariato convocato per fare il punto sul Por Fesr 2014-2020 che si avvia verso la conclusione e per gettare le basi del prossimo Programma di investimenti 2021-2027 a favore dell'occupazione e della crescita. All'incontro allargato hanno partecipato tutti i soggetti istituzionali coinvolti nell'attuazione dei progetti che rientrano nei finanziamenti oltre ai rappresentanti della società civile e del terzo settore. "Il Programma, nel quadro della programmazione unitaria regionale 2021-2027, vuole rispondere - ha sottolineato l'assessore Zilli - alle sfide in cui la Regione è ingaggiata mettendo al centro la competitività del sistema produttivo e le risorse naturali, paesaggistiche, culturali del territorio per rilanciare un'economia regionale dinamica, sostenibile e capace di affrontare le sfide globali e per creare opportunità di sviluppo in chiave sostenibile e inclusiva".

"La grande occasione data da questo nuovo Piano europeo - ha aggiunto Zilli - davanti a uno scenario incerto e mutevole, è proprio quella di fare in modo che gli investimenti possano essere la leva del mantenimento della crescita dei nostri territori. Una crescita che è proseguita nel post-Covid grazie a un sistema produttivo che sta dimostrando di tenere in maniera eccellente anche in questi non facili momenti. Nostro compito è sostenere lo sviluppo in ogni modo possibile in termini di investimenti e di semplificazione normativa".

Rispetto alle linee guida dei prossimi investimenti l'assessore alle Finanze ha ribadito che "la competitività del sistema regionale individua in ricerca, innovazione e digitalizzazione le leve principali di rilancio, insieme a internazionalizzazione, rafforzamento delle competenze per le aziende e nascita di nuove realtà imprenditoriali. Con un occhio particolare - evidenzia l'esponente della Giunta regionale - ai temi legati a energia, mobilità e gestione delle fragilità del territorio che rappresentano gli ambiti a cui guardare per accompagnare il rafforzamento ecosistemico e la transizione verso un modello di sostenibilità nel rispetto dei principi ambientali con particolare attenzione alle aree urbane e alle aree interne".

L'assessore ha poi voluto ringraziare tutti i partecipanti al Tavolo di partenariato riconoscendo la grande importanza della cooperazione e della condivisione nell'attuazione dei progetti europei. "Questo sistema di cooperazione e partecipazione condivisa - ha voluto evidenziare Zilli - che abbiamo messo in campo, consente una autentica condivisione e una grande sintonia che permette di affrontare anche le criticità. Il proficuo lavoro iniziato negli anni scorsi proseguirà anche per l'attuazione del Piano 2021-2027. Al partenariato - ha concluso l'assessore - riconosciamo il cruciale compito di formulare proposte e di modulare le misure più idonee e coerenti possibili con le vere esigenze dei territori". 

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori