Home / Politica / Aiccre Fvg protagonista a Venezia e Strasburgo

Aiccre Fvg protagonista a Venezia e Strasburgo

Periodo decisamente intenso per l'associazione presieduta da Franco Brussa

Aiccre Fvg protagonista a Venezia e Strasburgo

Prima Venezia, poi Strasburgo. E’ stato un periodo decisamente intenso per Franco Brussa, presidente dell’associazione regionale dei Comuni d’Europa. L’Aiccre del Friuli Venezia Giulia ha infatti partecipato all’evento Venice City solutions 2020, un convegno internazionale con l’obiettivo dichiarato di “disegnare” la città ideale. Per l’occasione sono state messe a confronto le esperienze di decine di municipalità nel mondo dove sono in corso progetti di sviluppo sociale e economico. L’iniziativa era promossa dalla sezione nazionale dell’Aiccre con la collaborazione dell’Università Cà Foscari di Venezia.

Brussa, accompagnato per l’occasione dal neosegretario generale dell’associazione Silvia Caruso, ha offerto una panoramica di quanto si sta portando avanti nella nostra regione per affrontare le sfide urbanistiche del futuro. In questo senso i corsi di formazione per giovani amministratori che il sodalizio organizza ogni anno servono a creare un legame più forte con il territorio e a scoprire le opportunità, anche finanziarie, che arrivano direttamente dall’Europa. “Ci faremo ambasciatori delle conclusioni di questo faccia a faccia tra tecnici che si basa su Agenda 2030, il documento tematico delle Nazioni unite”, ha detto al proposito il presidente.

Esaurita la parentesi nella città lagunare, Brussa è salito a Strasburgo per avviare le pratiche di rilascio a favore di Aiccre di “Eloge”. Si tratta di un certificato europeo che attesta un gestione della pubblica amministrazione corretta e funzionale. L’accreditamento permetterà al sodalizio di affiancarsi ai Comuni del Friuli Venezia Giulia che intendano aderire al programma “Eccellenze nella governance locale”. Il piano è stato lanciato dal Consiglio d’Europa e si fonda su 12 principi di buon governo.

“Dffondere Eloge significherà accompagnare l’azione di quei municipi che sono in prima fila nella qualità del servizio ai cittadini”, ha concluso Brussa parlando di “nuovi strumenti europei che potrebbero essere a disposizione degli enti locali regionali già a partire dal prossimo gennaio”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori