Home / Politica / Assestamento, parco fotovoltaico per Trieste Airport

Assestamento, parco fotovoltaico per Trieste Airport

È questa la più importante misura in tema di Ambiente ed energia

Assestamento, parco fotovoltaico per Trieste Airport

Un parco fotovoltaico per dotare il Trieste Airport di una fonte energetica autonoma. È questa la più importante misura contenuta nell'assestamento di bilancio in tema di Ambiente ed energia. Il contributo di un milione di euro, suddiviso in due annualità (500mila euro nel 2019 e 500mila nel 2020) è stato proposto dall'assessore regionale ad Ambiente ed energia, Fabio Scoccimarro, che con la realizzazione dell'impianto fotovoltaico intende "non solo contribuire a rendere lo scalo regionale il primo interamente autosufficiente nel panorama internazionale, ma aggiungere anche un tassello fondamentale all'ambizioso progetto Noemix che prevede nei prossimi anni la sostituzione di 800 veicoli a combustione di proprietà di enti pubblici con 500 auto elettriche".

I provvedimenti includono inoltre lo stanziamento, per il 2020 e 2021, di 250 mila euro all'anno per contributi all'acquisto di biciclette elettriche o a "trazione muscolare", sia da parte di soggetti pubblici che di imprese, secondo una progettualità che, come spiega l'assessore, "è inclusa nella rivoluzione culturale che intendo mettere in atto nel corso del mio mandato, così da incentivare questo tipo di mobilità a impatto zero".

Anche la difesa del suolo riceverà importanti fondi di investimento per la sicurezza pubblica: 650 mila euro andranno ai Comuni per la sistemazione di frane, 3,7 milioni di euro per le opere idrauliche di manutenzioni straordinarie e la realizzazione di interventi da parte dei Consorzi di bonifica o della Regione stessa.

Sempre negli investimenti rientrano i 650 mila euro (50 mila ai privati e 600 mila ai Comuni) per la rimozione dell'amianto, necessari a fare fronte alle molte richieste giunte alla direzione Ambiente ed Energia. "In questo modo - ha spiegato Scoccimarro - nel 2019 saranno oltre 3 i milioni di euro destinati a questa importantissima finalità ambientale e sanitaria della nostra Regione".

Completa il quadro, la norma finalizzata a progettare dei "Green Energy Park" con una copertura di 300 mila euro all'anno (per il triennio 2019 - 2021). "Queste risorse - ha spiegato l'assessore - andranno ai Comuni per l'acquisto di aree e immobili da destinare alle finalità descritte dalla norma, con lo scopo avvicinare i privati, gli studenti, i professionisti e le aziende ad un modo di vivere, lavorare e consumare in modo efficiente e sano per la società".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori