Home / Politica / Centro regionale per promuovere la sicurezza sul lavoro

Centro regionale per promuovere la sicurezza sul lavoro

Nicoli: "L'obiettivo è ridurre numero e gravità di infortuni e malattie professionali"

Centro regionale per promuovere la sicurezza sul lavoro

“Forza Italia propone da mesi di realizzare un Centro regionale per la promozione della sicurezza sul lavoro, con l’obiettivo di ridurre numero e gravità di infortuni e malattie professionali, che in Friuli Venezia Giulia sono in aumento, promuovendo una cultura della sicurezza tra addetti e imprenditori, con la consapevolezza che ciò comporta meno costi sociali e pure economici”. Lo annuncia il presidente del gruppo consiliare regionale di Forza Italia, Giuseppe Nicoli, spiegando che da aprile è depositata una mozione in merito, di cui è firmatario insieme alla collega Mara Piccin.

“Forza Italia rivendica questa idea – continua Nicoli - che viene incontro alle esigenze di lavoratori, imprenditori, organizzazioni sindacali, di categoria e professionali. È da mesi che ci lavoriamo, tanto che il 26 aprile, per cercare di velocizzare l’iter, abbiamo depositato una mozione, che ha lo scopo di impegnare la giunta Fedriga a inserire l’intervento nel ciclo di programmazione Por-Fesr 2021-2027 della Regione”. Mozione che individua anche l’ubicazione del Centro regionale, ma i forzisti aprono, in merito, alla possibilità di discuterne: “Proponiamo di affidare la realizzazione del centro al Consorzio per lo sviluppo economico del Monfalconese, che dispone di aree idonee a ospitarlo – osserva Nicoli -, ma siamo pronti a vagliare anche altre idee”.

Realizzare un simile centro è ormai una necessità. “La formazione teorica e pratica del personale dipendente circa gli aspetti della salute e della sicurezza – ricorda Nicoli - è un obbligo di legge per il datore di lavoro e le emergenze sono gestite da specifiche figure professionali. Se la formazione teorica può essere svolta in qualsiasi centro di formazione, manca una struttura per la pratica circa ogni rischio in ogni situazione. La nostra proposta è quella di un luogo dove ci sono dei simulacri per effettuare prove pratiche di esercitazione e prevenzione. Uno strumento utile anche per le esercitazioni della Protezione civile”. Nicoli ricorda che, in Fvg, gli infortuni sul lavoro sono in aumento: nel 2017 sono stati 16.595 quelli non mortali e 26 quelli mortali, nel 2018 rispettivamente 17.246 e 29. Tra gennaio e luglio 2019 è già stata superata quota 10 mila infortuni.

“La sicurezza sul posto di lavoro è una delle più importanti conquiste dei lavoratori del dopoguerra. La salute sul posto di lavoro – continua Nicoli - oltre a essere un diritto del lavoratore, è un interesse sia dell'impresa, che in questo modo garantisce un ambiente sempre più confortevole e di conseguenza più produttivo, sia della società nel suo insieme, che così protegge i lavoratori e le loro famiglie. La formazione – conclude Nicoli – è uno dei fondamenti verso il traguardo ideale infortuni zero”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori