Home / Politica / Consiglio regionale, polemiche sul portavoce

Consiglio regionale, polemiche sul portavoce

Moretti (Pd): "Scelta che aumenta le spese". La replica del presidente Zanin: "Figura prevista per legge"

Consiglio regionale, polemiche sul portavoce

Botta e risposta, in Aula, sulla nomina del portavoce del Presidente del Consiglio regionale. Per il consigliere del Pd Diego Moretti "è figura che non serve e che aumenta inutilmente i costi", anche perchè Piero Mauro Zanin "ha già tutto il supporto necessario".

L'occazione, per Moretti, è arivata dalla discussione in Aula della mozione di cui era primo firmatario sul Contenimento dei costi della politica: opportunità, competenza e professionalità nelle scelte e negli incarichi affidati dalla Regione Fvg. "La mozione presentata dal Pd serve a mettere in evidenza le palesi contraddizioni e le scelte sbagliate che stanno portando avanti sia il presidente Fedriga, sia il resto del centrodestra - riflette ancora Moretti -. Si pensi all'aumento nei Consigli di amministrazione: dove i componenti erano 3, ora sono 5; dove c'era un amministratore unico, si sono creati Cda ex novo. Appare evidente come la maggioranza, probabilmente per dare seguito a promesse fatte in campagna elettorale, aumenta i posti a disposizione. E la figura del portavoce del presidente del Consiglio, che non è mai esistita in più di 50 anni di Regione, è stata creata con la Lr 26/2018 fatta su misura dal centrodestra".

Secondo Moretti, la bocciatura della mozione del Pd da parte della maggioranza scarica sul presidente Zanin la scelta definitiva su una figura che stride con il suo ruolo super partes.

Il presidente Zanin risponde alle accuse: "Il consigliere Moretti si riferisce a una norma esistente - scrive Zanin in una nota - che, oltre a prevedere la figura del portavoce del Consiglio, ha previsto la soppressione delle Aree e di un direttore di servizio, con una riduzione complessiva dei costi. Registro che la mozione da lui proposta sul 'Contenimento dei costi della politica: opportunità, competenza e professionalità nelle scelte e negli incarichi affidati dalla Regione FVG' è stata bocciata dall'Aula. Le mie scelte saranno in linea con quanto prevede la legge regionale, confermata anche dal recente voto consiliare".

"Mi sfugge il motivo dell'accanimento contro una persona - conclude Zanin - basata, mi sembra, solo su rancore e risentimento".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori