Home / Politica / Coronavirus, accertamenti sui lavoratori a Monfalcone

Coronavirus, accertamenti sui lavoratori a Monfalcone

La misura sanitaria urgente interessa Fincantieri e le altre aziende del territorio. “In caso di sospetto contagio, s'invita a interdire l'accesso"

Coronavirus, accertamenti sui lavoratori a Monfalcone

Il sindaco di Monfalcone, Anna Maria Cisint, nella sua qualità di autorità sanitaria locale, ha invitato la direzione di Fincantieri e le altre aziende del territorio, “ad accertare la provenienza e il possibile contagio con soggetti provenienti dalle zone a rischio, di tutti coloro i quali da domani (lunedì) avranno accesso, per qualsiasi motivo, allo stabilimento”, aggiungendo che “in caso di sospetto contagio o provenienze dalle zone a rischio negli ultimi 15 giorni, si invita a interdire l'accesso quale misura opportuna per evitare il diffondersi del virus”.

La rilevante decisione del sindaco è stata assunta in considerazione “dell'evoluzione nazionale con l'accertamento dei due focolai del virus in Lombardia e in Veneto, con un centinaio di casi accertati sul territorio nazionale e in considerazione che anche il Friuli Venezia Giulia si è attivata per contrastare il diffondersi del virus: sono già state prese alcune misure, quali la chiusura di scuole, sospensione di eventi sportivi e carnevaleschi”.

"Di conseguenza, in tale ottica – sottolinea il sindaco di Monfalcone Cisint - è indispensabile che ogni possibile fonte di contagio venga attentamente monitorata, chiedendo di avere riscontro e tutte le informazioni in merito a casi di sospetto contagio e di soggetti provenienti dalle zone a rischio".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori