Home / Politica / Crisi, discontinuità per un nuovo Governo

Crisi, discontinuità per un nuovo Governo

Sull'apertura del Pd alla trattativa con il M5S il pensiero di Serracchiani e Shaurli

Crisi, discontinuità per un nuovo Governo

La direzione nazionale del Pd ha dato mandato, all'unanimità, come non accadeva da anni, al segretario Nicola Zingaretti affinchè possa trattare per un accordo di Governo con il Movimento 5 Stelle.

"L'avvio di un dialogo con i 5Stelle, trasparente e che abbia presenti i nostri punti qualificanti, è nell'ordine delle cose del percorso della crisi. È molto positivo che il segretario Zingaretti abbia avuto il più ampio e preciso mandato a verificare le condizioni di un nuovo e diverso Governo. Ma è chiaro che il Pd non potrà accettare forzature di nessun tipo né accordi di breve respiro. Diciamolo chiaro: siamo pronti a fare la nostra parte per il bene del Paese, ma non a perdere la nostra anima per sopravvivere qualche mese". Lo afferma Debora Serracchiani, vicepresidente dell'Assemblea nazionale del Pd.

"Nei momenti difficili serve rispetto istituzionale: il presidente Mattarella eserciterà le sue prerogative perché non si può votare una volta all’anno, ma la chiara discontinuità chiesta da Zingaretti è fondamentale”. Lo afferma il segretario Pd Fvg Cristiano Shaurli, oggi a Roma per partecipare alla Direzione nazionale del partito. Dunque, ribadisce Shaurli, "discontinuità netta con questa esperienza di governo, agenda radicalmente diversa a partire da temi economici, istruzione e sanità, nessuna difesa di poltrone o accordi di basso profilo. Altrimenti - conclude - la strada è quella del voto, ognuno con le proprie idee e proposte".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori