Home / Politica / Elezioni a Vajont, scatta il ricorso al Tar

Elezioni a Vajont, scatta il ricorso al Tar

Il capogruppo di minoranza ritiene invalida la nomina del riconfermato sindaco Lavinia Corona. L'Amministrazione si costituisce al Tribunale amministrativo regionale

Elezioni a Vajont, scatta il ricorso al Tar

L’Amministrazione comunale di Vajont ha deciso di costituirsi al Tribunale amministrativo regionale contro il ricorso presentato dal capogruppo di minoranza Virgilio Barzan. Quest’ultimo ritiene, infatti, che le votazioni del 4 ottobre non abbiano determinato la riconferma del sindaco Lavinia Corona.

La prima udienza è fissata a Trieste per il 16 dicembre. L’ente sarà assistito dall’avvocato Maurizio Paniz del Foro di Belluno. “Parteciperemo al processo soprattutto per tutelare il personale del Comune e i componenti dell’ufficio elettorale, tirati pesantemente in ballo nel ricorso”, ha spiegato al proposito a nome della maggioranza l’assessore Fabiano Filippin.

“Se c’è stato un mero errore di trascrizione nel verbale lo stabiliranno i giudici, nei quali riponiamo massima fiducia. Siamo pronti e disponibili a un riconteggio delle preferenze, se sarà ordinato dal Tar: non abbiamo nulla da nascondere e siamo convinti che debba sempre e comunque prevalere la volontà del cittadino. Quel che non accettiamo sono ricostruzioni fantasiose e al limite dell’offensivo e calunnioso che coinvolgono gli scrutatori e i singoli dipendenti, i quali se vorranno potranno agire autonomamente in altra sede a garanzia dei loro diritti”.

L’assessore, che è anche avvocato, ha confermato la bontà del lavoro svolto dall’ufficio elettorale e ha spiegato che “già dal verbale dello spoglio è possibile determinare la prevalenza di voti a favore della Corona, superando secondo logica e buon senso ogni dubbio creato ad arte”.

Tra le richieste rivolte al Tribunale c’è anche quella di tornare alle urne, con una nuova chiamata al seggio degli elettori. “Lealtà e correttezza impongono un clima di massima serenità attorno a chi ora è chiamato a pronunciarsi sulla regolarità delle consultazioni, quindi non commenteremo il ricorso, del quale non siamo stati informati da regolare notifica giudiziaria ma leggendolo sui social”, ha concluso Filippin.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori