Home / Politica / Energia, incontro E-distribuzione–Fvg

Energia, incontro E-distribuzione–Fvg

Confronto su qualità del servizio ed efficacie presidio delle emergenze

Energia, incontro E-distribuzione–Fvg

21mila chilometri di rete elettrica; 47 cabine primarie e oltre 10.000 snodi secondari. Il tutto gestito e monitorato 7 giorni su 7 e 24 ore su 24 dal Centro Operativo di Udine. E’ questa la “carta d’identità” di E-Distribuzione illustrata a una delegazione della Regione, guidata da Fabio Scoccimarro, Assessore Ambiente ed Energia, che ha visitato il quartier generale della Società del Gruppo Enel dedicata alla gestione della rete elettrica di media e bassa tensione.

Oltre all’Assessore erano presenti Massimo Canali, Direttore Centrale dell’Assessorato, e Sebastiano Cacciaguerra, Direttore del Servizio Energia. Ad accogliere la delegazione regionale sono stati Francesco Rondi e Maria Luigia Partipilo, responsabili nell’Area Nord rispettivamente per E-Distribuzione e per Enel - Affari Istituzionali Territoriali. Al centro dell’incontro un approfondito confronto su impianti e strutture organizzative che assicurano già oggi a circa 622.000 tra famiglie e imprese elevati standard qualitativi di servizio elettrico, destinati tuttavia a migliorare ulteriormente grazie agli investimenti in programma nei prossimi anni e che saranno dedicati allo sviluppo degli impianti nonchè al sempre più elevato tasso di digitalizzazione delle infrastrutture.

In occasione della successiva visita al Centro Operativo, presidio fondamentale al buon funzionamento della rete, Regione ed E-Distribuzione hanno avuto altresì l’opportunità di valutare i buoni risultati della sinergia che ha permesso, anche in occasione di condizioni di maltempo particolarmente gravose, di assicurare alle squadre di Pronto Intervento dell’azienda di operare velocemente e con efficacia grazie al coordinamento e al supporto con il Servizio Regionale di Protezione Civile.

E-Distribuzione e Regione Friuli Venezia Giulia hanno concordato sull’opportunità di rafforzare ulteriormente gli ambiti di collaborazione affinchè le infrastrutture energetiche possano rappresentare un vero e proprio fattore abilitante dello sviluppo e della competitività del territorio.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori