Home / Politica / Foibe, proposta di legge contro i negazionismi

Foibe, proposta di legge contro i negazionismi

Parte dal Fvg la richiesta di modificare il Codice penale sulla propaganda e l'istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale etnica e religiosa

Foibe, proposta di legge contro i negazionismi

No a ogni forma di negazionismo. La I Commissione del Consiglio regionale ha approvato a maggioranza la proposta di legge nazionale 8, attraverso la quale si intende modificare l'articolo 604-bis del Codice penale sulla propaganda e l'istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale etnica e religiosa. Il testo, formato da un unico articolo, inserisce la previsione dei massacri delle Foibe tra le fattispecie di reato quali la propaganda o l'istigazione e l'incitamento che si fondano sulla negazione, sulla minimizzazione in modo grave o sull'apologia della Shoah o dei crimini di genocidio, dei crimini contro l'umanità e dei crimini di guerra.

È una modifica di cui si è già discusso a livello nazionale - è stato spiegato - e l'obiettivo è intervenire sull'articolo 604-bis del Codice penale per rafforzare gli strumenti disponibili di contrasto del tanto crescente quanto preoccupante fenomeno del negazionismo del massacro delle Foibe. Avvenimenti troppo seri e tragici per essere messi in mano alla politica, mentre dovrebbero essere lasciati agli storici, è stato un altro dei commenti.

Due i relatori per l'Aula, uno di maggioranza e uno di minoranza. Il testo dovrebbe essere trattato nel corso di una delle sedute in calendario per la prossima settimana, quando l'Assemblea celebrerà il Giorno del Ricordo.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori