Home / Politica / Fvg, regione a misura di famiglia

Fvg, regione a misura di famiglia

44 milioni di euro vanno a completare il pacchetto a favore dei nuclei familiari, introducendo ulteriori provvedimenti

Fvg, regione a misura di famiglia

"La legge di Stabilità 2020 mette la famiglia al centro delle azioni intraprese lo scorso anno dalla Regione con una serie di iniziative che, attraverso lo stanziamento di 44 milioni di euro, vanno a completare il pacchetto a favore dei nuclei familiari, introducendo ulteriori provvedimenti come i contributi per l'abbattimento dei costi a carico delle famiglie con figli che frequentano i centri estivi, per i quali sono stati messi a bilancio 3 milioni di euro. Inoltre, rispetto allo scorso anno, di fatto, sono state messe a disposizione di tutti i settori maggiori risorse, grazie alla razionalizzazione della spesa e valorizzazione delle maggiori risorse. Fondi che verranno utilizzati, tra l'altro, a sostegno dei lavoratori, delle imprese e degli investimenti nel sistema sanitario del Friuli Venezia Giulia, ma anche per contenere la pressione fiscale, con uno stanziamento di 4,5 milioni per la riduzione Irap tramite il credito d'imposta". È questa la posizione espressa dal governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, e dall'assessore alle Finanze, Barbara Zilli, a margine della discussione in Consiglio regionale sulla Legge di stabilità 2020.

Zilli ha spiegato che "vengono inoltre messe in campo importanti risorse per i Comuni, in particolare a favore di quelli di piccole dimensioni, per il riequilibrio delle risorse (3 milioni), con la definitiva risoluzione della questione legata all'extra gettito Imu (19 milioni), preludio della prossima riforma della finanza locale integrata, per la quale con il patto Fedriga-Tria la Regione ha ottenuto dallo Stato potestà primaria.

Grande attenzione è posta poi alla montagna, con l'introduzione di contributi ai giovani che mantengono la residenza nelle zone disagiate e decidono di investire il proprio futuro in quelle zone, mentre vengono stanziati anche 300mila euro per le manutenzioni dei rifugi alpini. A tali interventi si sommano le iniziative per il lavoro e la sanità, ma anche quelle connesse alle infrastrutture, con 5,5 milioni a favore della portualità e la creazione di un fondo specifico per l'edilizia scolastica del valore di 20 milioni di euro sul triennio".

L'assessore ha quindi confermato che "sul fronte ambientale vengono messe in campo azioni decisive con contributi per la rottamazione dei veicoli inquinanti per i privati e il sostegno del car sharing nella pubblica amministrazione, destinando risorse pari a 20 milioni di euro nel triennio. A queste azioni si aggiunge, tra le altre, l'Art bonus, che è sostenuto con 3 milioni di euro e permette di tutelare il patrimonio culturale regionale con l'azione congiunta del pubblico e dei privati".

Nello specifico della manovra economica la gran parte del bilancio è assorbita dalla spesa sanitaria corrente (2,3 miliardi di euro), alla quale si aggiungono i 370 milioni per l'edilizia sanitaria e le politiche sociali e i 13,29 milioni per la Protezione civile. "Si tratta di risorse rilevanti - ha chiarito Zilli -, ma al loro interno è previsto il raddoppio degli investimenti per l'ammodernamento delle apparecchiature mediche, con certe ricadute positive per la salute dei cittadini".

Alle risorse agricole forestali e alla montagna vanno 64,06 milioni, alle attività produttive 87,40 milioni, al trasporto pubblico locale 196,85 milioni, all'edilizia e viabilità 126,03, per le agevolazioni sui carburanti e l'ambiente 80,99 milioni. Per cultura e sport sono stati stanziati 53,24 milioni, mentre a patrimonio, logistica e Sieg (Servizi di interesse economico generale) vanno 96,44 milioni e a finanza locale, personale e polizia locale vanno oltre 727 milioni. Infine per lavoro, formazione e istruzione vengono messi a bilancio 131,7 milioni di euro, che contemplano anche gli stanziamenti per le agevolazioni per i centri estivi.

Articoli correlati
0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori