Home / Politica / Governo immobile sulle barriere ferroviarie antirumore

Governo immobile sulle barriere ferroviarie antirumore

Nicoli (Forza Italia): “Andremo sino in fondo. Non può passare ancora tempo, i cittadini continuano a lamentare disagi”

Governo immobile sulle barriere ferroviarie antirumore

“Nonostante le sollecitazioni, ancora non vengono realizzate le barriere antirumore lungo alcune tratte ferroviarie del Friuli Venezia Giulia, soprattutto in zone abitate, e i disagi continuano. Siamo ancora fermi alla convocazione di tavoli per discuterne e intanto gli anni passano. Su questa come su altre opere pubbliche, l’immobilismo del governo nazionale è sconcertante, ma intendiamo andare sino in fondo: il sottoscritto chiederà con forza di poter partecipare ai prossimi tavoli sul tema”. Lo afferma Giuseppe Nicoli, presidente del gruppo consiliare regionale di Forza Italia, dopo aver ricevuto risposta dall’assessore regionale alle Infrastrutture, Graziano Pizzimenti, alla seconda interrogazione sulla costruzione delle barriere antirumore.

“In un Paese che vuol dirsi civile – aggiunge Nicoli -, non è possibile che sia ferma una simile opera fondamentale per i cittadini: il primo stralcio quadriennale del Piano di risanamento acustico nazionale fu approvato nel 2004, ed è in corso da tempo l’iter approvativo degli interventi dalla quinta alla quindicesima annualità. Un intervento che si sta perdendo tra tavoli, aggiornamenti progettuali e incertezza dei finanziamenti, intanto gli anni passano e i cittadini, rivolgendosi anche al sottoscritto, continuano a lamentare disagi per il rumore dei treni che attraversano i centri abitati”.

“Alla precedente interrogazione, lo scorso luglio – ricorda il capogruppo forzista -, si era detto che la Regione avesse chiesto al ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che venisse attuata la necessaria sinergia tra i programmi di riduzione e abbattimento del rumore e gli interventi previsti sulle principali direttrici ferroviarie che interessano il Fvg, in particolare il miglioramento e la velocizzazione della linea Trieste Venezia, anticipando così le tempistiche previste per i primi. Ma apprendo che questo percorso, al momento, non è giunto a concretizzazione. È invece previsto a breve un incontro tecnico con Rfi, al fine di fare il punto della situazione e individuare un percorso che consenta di attivare gli interventi. La giunta Fedriga, su questo punto, ha confermato il proprio impegno, considerando l’importanza della tematica”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori