Home / Politica / L’onorevole Zan e la senatrice Maiorino al Fvg Pride

L’onorevole Zan e la senatrice Maiorino al Fvg Pride

L’onorevole Zan e la senatrice Maiorino al Fvg Pride

Venerdì 3 gli esponenti del Pd e attivista Lgbtqia e del MS5 parleranno del disegno di legge noto come 'Ddl Zan'

Ultimo, importantissimo, appuntamento della Pride Week prima della parata finale del 4 settembre: venerdì 3 settembre, alle 20.30. Ospiti del Fvg Pride saranno l'Onorevole Alessandro Zan, esponente del Partito Democratico e attivista LGBTQIA+ italiano, relatore del disegno di legge noto come “DDL Zan” e la Senatrice Alessandra Maiorino, esponente del MS5 e componente della Seconda Commissione permanente (Giustizia), della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani e della Commissione di inchiesta sul Femminicidio.

Durante la serata, che si svolgerà al Conference Center di Gorizia, in via Alviano 18 a partire dalle 20.30, si parlerà della proposta di legge Zan e altri: “Modifiche agli articoli 604-bis e 604-ter del codice penale, in materia di violenza o discriminazione per motivi di orientamento sessuale o identità di genere” (569). "La difesa dei diritti dovrebbe riguardare a tutti – dichiara la Senatrice Alessandra Maiorino - non dovrebbe essere una questione politica o partitica. Ma in Italia non sempre succede e alcuni si sono apertamente schierati contro l’iter di questa proposta di legge".

La proposta di legge tenta di colmare un vuoto della legislazione italiana in materia di tutela dalla violenza e dalle discriminazioni ai danni della comunità LGBTQIA+ e non solo. Insieme a chi ha firmato e promuove la stessa in Parlamento e in Senato, si discuterà dei suoi contenuti, del suo iter di approvazione e del futuro di questo disegno di legge.
"Un passaggio fondamentale della legge riguarda i percorsi di educazione nelle scuole: senza una prevenzione culturale non si va da nessuna parte perché il reato penale dovrebbe essere scontato e rappresenta il minimo cambiamento necessario", conclude Maiorino.

Per accedere è obbligatorio possedere la certificazione verde (green pass), per questo si chiede di arrivare con qualche minuto di anticipo.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori