Home / Politica / Lesioni e minacce, confermata la condanna per Luca Dordolo

Lesioni e minacce, confermata la condanna per Luca Dordolo

Sentenza passata in giudicato per l'ex capogruppo della Lega Nord in Comune a Udine

Lesioni e minacce, confermata la condanna per Luca Dordolo

Luca Dordolo, ex capogruppo della Lega Nord in Consiglio comunale a Udine all'epoca del primo mandato Honsell, torna a far parlare di sé. L'ex politico del Carroccio, espulso dal partito dopo la pubblicazione di alcuni post sui social, fu condannato per lesioni volontarie e minacce. Ora la sentenza è passata in giudicato.

La vicenda risale al marzo 2016 quando Dordolo cacciò una ragazza e il suo fidanzato, scambiati per tossicodipendenti, dal giardino pubblico confinante con la sua proprietà, minacciandoli che se non se ne fossero andati avrebbe sparato loro alla testa.

Durante la fuga, però, il giovane perse il cellulare. La ragazza tornò indietro per cercarlo e a quel punto l'ex politico l'aggredì: la tirò per i capelli e le diede pugni e calci, causandole lesioni guaribili in cinque giorni.

Per questo il 5 ottobre 2020 il giudice di pace di Udine Elisabetta Kraus lo ha condannato a 1.600 euro di multa e a versare all'aggredita 2mila euro di danni, sentenza confermata dalla Corte d'Appello di Udine. Lo scorso 13 ottobre, la Cassazione ha rigettato il ricorso di Dordolo.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori