Home / Politica / Limiti alla nautica da diporto, Italia e Slovenia al lavoro

Limiti alla nautica da diporto, Italia e Slovenia al lavoro

Serracchiani (Pd): "Il problema dell’accesso nelle acque territoriali sarà affrontato nel vertice di lunedì 14 giugno"

Limiti alla nautica da diporto, Italia e Slovenia al lavoro

“Il Governo si è già attivato al fine di poter identificare assieme alle Autorità slovene una possibile soluzione al problema dell’accesso nelle acque territoriali slovene dei natanti da diporto italiani”. Lo dichiara la presidente del gruppo Pd alla Camera Debora Serracchiani, rendendo nota la risposta ricevuta dal ministro degli Affari esteri Luigi Di Maio a una lettera con cui l'esponente dem aveva sottoposto il disagio dei diportisti italiani dopo che Lubiana ha deciso nel 2020 di applicare la norma, da anni sospesa, che obbliga di avere una barca immatricolata per navigare in acque slovene.

“La questione dovrebbe essere affrontata – riferisce Serracchiani - in occasione della prossima riunione del Comitato dei Ministri tra Italia e Slovenia, prevista tra pochi giorni, lunedì 14 giugno. In quell'occasione il nostro Governo intende anche proporre una deroga per la regata storica Muggia-Portorose-Muggia prevista dal prossimo 24 luglio”.

“Come ha chiarito la nostra Ambasciata a Zagabria – aggiunge la deputata - il ministro ha anche precisato che la questione riguarda esclusivamente la legislazione della Slovenia e non anche della Repubblica di Croazia le cui norme non differiscono da quelle in vigore in Italia”.

1 Commenti
waypoint

La riunione del Comitato dei Ministri è passata da oltre 2 settimane ma non si sa ancora nulla sul problema dei natanti italiani in Slovenia. Ci sono notizie oppure l'accordo è saltato?

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori