Home / Politica / Migranti e rotta balcanica, più controlli al confine

Migranti e rotta balcanica, più controlli al confine

La Prefettura di Trieste fa il punto della situazione, anche alla luce delle nuove indicazioni del Ministero dell’Interno

Migranti e rotta balcanica, più controlli al confine

La pressione dei migranti sta diminuendo. Grazie ai 200 trasferimenti fuori regione e al clima invernale che sta rallentando gli arrivi dalla rotta balcanica, in Friuli Venezia Giulia la situazione sembra stia tornando a un livello accettabile.

Da Roma, intanto, il Ministero dell’Interno ha chiesto di rafforzare i controlli sulla fascia confinaria. Il prefetto di Trieste, Annunziato Vardè, che ha competenza per tutto il Friuli Venezia Giulia, sottolinea: "Ho in programma una riunione regionale delle autorità di pubblica sicurezza per rivedere l'intero dispositivo di controllo sulla fascia confinaria della regione, con l’obiettivo di ottimizzare le risorse esistenti perché, al momento, non sono previsti rinforzi. Voglio anche aumentare le pattuglie miste Italia-Slovenia".

La data dell’incontro è ancora da stabilire, mentre martedì 6 dicembre si riunirà il comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza di Trieste, territorio dove la pressione è più alta, durante il quale si cercherà d'individuare possibili soluzioni.

Alla notizia della richiesta del Viminale di aumentare i controlli, il Sindacato autonomo di Polizia con il segretario provinciale di Trieste, Lorenzo Tamaro, replica: "Fa piacere che ci sia la volontà di aumentare i controlli. Resta, però, la grave carenza di organico che denunciamo da tempo e allo stato attuale non risulta notizia di uomini in più".

2 Commenti
User1960

Rimandare indietro..ci sarebbe la Slovenia prima e tanti altri paesi. Bisogna informare i viaggianti che siamo sold out

luca-DUCK

Sarebbe utile un resoconto storico delle migrazioni sulla rotta Balcanica. Verrebbe fuori uno spessissimo tomo di difficile lettura, visti i numeri di migranti che hanno percorso la rotta Balcanica, il numero di vicende umane rimaste anonime, i disagi vissuti e creati. Il libro si potrebbe intitolare "Il Far West della rotta Balcanica-Una tragedia continua del XXI secolo".

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori