Home / Politica / Noi con l’Italia, Claudio Grizon coordinatore Fvg

Noi con l’Italia, Claudio Grizon coordinatore Fvg

Maurizio Lupi e Renzo Tondo: “Guardiamo ai moderati senza casa nell’area del centrodestra”

Noi con l’Italia, Claudio Grizon coordinatore Fvg

Maurizio Lupi, coordinatore nazionale di Noi con l’Italia ha nominato nei giorni scorsi Claudio Grizon, già assessore e consigliere provinciale a Trieste, coordinatore regionale del partito. L’indicazione del nome di Grizon all’ex ministro Lupi è giunta dall’ex presidente della Regione e deputato di Noi con l’Italia Renzo Tondo che annovera l’ex assessore di FI e PDL tra i suoi più stretti amici personali.

“Noi con l’Italia – ha voluto sottolineare Maurizio Lupi nell’occasione – si sta strutturando su tutto il territorio nazionale ponendosi come punto di riferimento dell’elettorato moderato con l’intento di riavvicinare anche quanti non si sentono rappresentati dagli altri partiti del centro destra e dell’area moderata in genere, mantenendo una leale collaborazione con Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia”.

“Sono certo che Grizon – ha aggiunto Lupi – saprà contribuire a dare nuove prospettive all’ottimo lavoro che già Tondo, leader di Autonomia Responsabile, ha svolto sul territorio del Friuli Venezia Giulia in tutti questi anni”.

A precisare il rapporto tra le due realtà politiche ci ha pensato lo stesso Tondo: “Noi con l’Italia è un partito che guarda all’intero territorio nazionale e che si è dato l’obiettivo di riunire i tanti moderati che non hanno più una casa, AR invece – pur rimanendo autonoma - è parte di questo progetto che con Grizon contiamo di sviluppare gradatamente da Muggia a Sappada, da Lignano a Tarvisio”.

“Ringrazio l’onorevole Lupi e, in particolare, il presidente Tondo - ha dichiarato il neo coordinatore Grizon – per la fiducia, il lavoro è molto e in una situazione politica così complessa l’obiettivo che ci siamo dati è ancora di più arduo: in questi giorni mi sono ritornate in mente le parole, a me care, di don Sturzo nel suo appello ai “liberi e forti” che, pur risalendo a 102 anni orsono, mi paiono ancora di grande attualità”.

“Ho lasciato la politica attiva nel novembre del 2016 – ha concluso Grizon – con la chiusura della Provincia di Trieste. Ora, dopo cinque anni in cui la mi a vita è cambiata notevolmente, devo dire che, pur grato, ho accettato questo incarico principalmente per l’amicizia personale che mi lega a Tondo e per la sua cortese e tenace insistenza”.

Nell’incontro tra Tondo, Grizon e Lupi (collegato in videoconferenza) in cui è stata ufficializzata la nomina del neo coordinatore si è parlato anche del ruolo del Porto di Trieste e della crisi economica a causa del Covid.

“Il Porto di Trieste è guidato da mani esperte, si trova in una congiuntura favorevole da diversi anni e il suo presidente Zeno D’Agostino sta operando sulla base di un sostegno trasversale tra le istituzioni e la popolazione – hanno evidenziato gli esponenti di Noi con l’Italia – ma potrebbe essere rischioso legare troppo gli interessi triestini e regionali a quelli di un paese che ne persegue altri in un sistema non trasparente e democratico come quello italiano”.

Mentre i dati sulla diffusione dei contagi in regione stanno per fortuna migliorando Tondo e Grizon hanno illustrato a Lupi le difficoltà che l’economia regionale sta soffrendo senza un sistema di sostegno adeguato da parte dello stato. “Bisogna dare un forte segno di discontinuità – hanno condiviso i tre esponenti – tra il sistema delle regole e dei DPCM senza alcuna logica e quasi sempre decontestualizzati dalla vita reale, che ha dimostrato di non dare più risultati, ad un nuovo corso con regole semplici, logiche e facilmente assecondabili dai cittadini con una graduale riapertura di tutti quei presidi sociali e quelle attività imprenditoriali in grado di garantire le regole basilari per la sicurezza della comunità”.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori