Home / Politica / Nuova sinergia tra Monfalcone e Cosef

Nuova sinergia tra Monfalcone e Cosef

Obiettivi dell'accordo dare delle risposte al territorio su portualità, retroporto, interporti e logistica

Nuova sinergia tra Monfalcone e Cosef

Nasce una nuova sinergia tra il Comune di Monfalcone e il Cosef, il Consorzio per lo sviluppo economico del Friuli. Nel corso dell’incontro tra il Sindaco Anna Maria Cisint e il presidente del Consorzio, Claudio Gottardo, sono stati affrontati i temi che vedono al lavoro i due enti per poter dare delle risposte al territorio su portualità, retroporto, interporti e logistica.

Cisint spiega così le motivazioni della partnership: “Monfalcone punta molto sulla portualità, perchè l’economia blu che passa attraverso il nostro Porto è un’economia che funziona e rappresenta un volano per l’occupazione e lo sviluppo della città, ma anche dell’intera regione. La creazione di nuovi rapporti con realtà analoghe alla nostra non può far altro che arricchire le potenzialità del territorio, per trarre nuovi spunti e offrire opportunità che interessino diversi settori e coinvolgano una moltitudine di soggetti".

"Per noi costituisce motivo di orgoglio il fatto che territori più ampi vengano a ricercare partnership con Monfalcone, perchè siamo la città situata nel punto più a nord del Mediterraneo e perché stiamo investendo molto sulla portualità: dalla crocieristica alla cantieristica, passando la logistica, e le innumerevoli opportunità di lavoro che questo settore offre in molteplici ambiti. Sono già partiti i lavori per approfondire i fondali del Canale Valentinis e sono stati implementati gli approdi della banchina di Portorosega. Opere fondamentali per consentire alla città di crescere ed affermarsi, senza dimenticare il nostro obiettivo di diventare il polo nautico di riferimento del Friuli Venezia Giulia. Perchè per noi il blu del mare rappresenta una lente d’ingrandimento sulla città e su tutto ciò che il nostro territorio ha da offrire".

La riunione è stata un’occasione per parlare anche dell’importanza che ha il tessuto industriale nella nostra regione e delle difficoltà che stanno riscontrando in maniera capillare le aziende a pagare le bollette, aumentate esponenzialmente a causa del rincaro dei costi energetici.

Unità d'intenti tra il sindaco e il presidente del Cosef: cogliere le opportunità che offre il sistema intermodale, soprattutto in vista dell’istituzione della zona logistica semplificata approvata dalla Regione lo scorso aprile, ambito in cui le cooperazioni risultano indispensabili.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori