Home / Politica / Pubblica amministrazione, premiate Udine e Pordenone

Pubblica amministrazione, premiate Udine e Pordenone

Il capoluogo friulano si piazza al sesto posto in Italia, seguita da quello del Friuli Occidentale 14esimo

Pubblica amministrazione, premiate Udine e Pordenone

Udine e Pordenone nuovamente premiate nelle classifiche nazionali. Questa volta il risultato emerge dal Rating delle Amministrazioni Pubbliche creato da Fondazione Etica, che valuta trasparenza, integrità ed efficienza dei Comuni. Si tratta, insomma, di una mappa della qualità della spesa pubblica, che considera non le politiche, ma la macchina amministrativa che quelle politiche produce. La classifica analizza, in un’ottica di sostenibilità, sei aree, ovvero Bilancio, Governance, Gestione del personale, Servizi e rapporto con i cittadini, Appalti e rapporto con i fornitori, Ambiente.

Nel 2019 l’analisi ha riguardato i 111 Comuni capoluogo di provincia. Nella graduatoria, la posizione migliore in Fvg è conquistata da Udine, sesta con 68 punti a poca distanza da Prato, Milano, Cuneo, Reggio Emilia e Bologna che la precedono. Promossa anche Pordenone, 14esima con un punteggio di 63. Si colloca nella fascia 'soddisfacente' Trieste, che ottiene 55 punti e la 29esima posizione, mentre è 'rimandata' Gorizia, 73esima con uno score di 44.

Il capoluogo isontino si riscatta, però, per la gestione del Bilancio che la colloca al 14esimo posto (72 punti), seguita da Udine (18esima con 70), Pordenone (40esima con 64 punti) e Trieste (53esima con 60).

Sul fronte della Governance è il capoluogo giuliano a salire sul podio, con la terza posizione e 84 punti. In tema di Personale, è ancora Udine a brillare: conquista la vetta della classifica con ben 92 punti, staccando nettamente la 'concorrenza'. Bene anche Pordenone con 77 punti, mentre Gorizia si colloca tra i fanalini di coda. Sul fronte dei Servizi è Pordenone a entrare nella top ten: è decima con 62 punti. Per la categoria Appalti, ancora un podio per Udine, seconda in Italia con 87 punti.

Nella classe che tiene conto dell'Ambiente, Gorizia e Pordenone, con 72 punti, si collocano in vetta alla graduatoria, ma anche Udine si difende bene, con un punteggio di 64.

In generale - sottolinea l'analisi di Fondazione Etica - la media dei Comuni capoluogo italiani mostra ampi margini di miglioramento della propria capacità amministrativa, in termini di trasparenza, integrità ed efficienza.

QUI IL REPORT COMPLETO

I COMMENTI. “La città di Udine si posiziona, per il 2019, al secondo posto a livello nazionale, a pari merito con Cuneo, Reggio Emilia e Bologna, nella classifica dei Comuni più efficienti, in netto miglioramento rispetto al 2018”. Lo dichiara il Sindaco del Capoluogo Friulano Pietro Fontanini commentando il rapporto di Fondazione Etica. “Questo studio - prosegue il Primo Cittadino - conferma il trend positivo che vede la nostra Amministrazione in costante miglioramento, sia per quanto riguarda la tenuta delle finanze comunali, sia per quanto riguarda i servizi al cittadino. Non è, infatti, la prima volta, in questi ultimi mesi, che la nostra città si colloca ai primi posti nelle varie classifiche che periodicamente vengono pubblicate, basti ricordare il recente articolo di Forbes che ha individuato nella città di Udine il solo capoluogo del nord, assieme a Pordenone, attrezzato già ad aprile alla ripartenza post coronavirus”.

“La classifica di Fondazione Etica, ottenuta dall’incrocio dei dati del Ministero della Funzione pubblica, del Ministero degli Interni, della Corte dei Conti, dell’Istat, dell’Anac e del Ministero delle Finanze e tesa alla valutazione della trasparenza, dell’integrità e dell’efficienza attraverso l’analisi di sei aree tematiche, parla chiaro: Udine è una città nella quale investire”, conclude Fontanini.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori