Home / Politica / San Pietro, no alla 'discriminazione' tra scuole

San Pietro, no alla 'discriminazione' tra scuole

Il deputato Novelli presenta un'interrogazione parlamentare sull'istituto bilingue

San Pietro, no alla \u0027discriminazione\u0027 tra scuole

Due scuole, a poche centinaia di metri l’una dall’altra, nel comune di San Pietro al Natisone. Eppure, nonostante abbiano un numero di alunni simile, una sola ha il dirigente scolastico, con tuto ciò che ne consegue in termini di programmazione dell’offerta formativa, e gode di benefici negati all’altra. La prima è l’Istituto comprensivo bilingue italiano-sloveno Paolo Petricig, la seconda l’Istituto comprensivo Dante Alighieri. Una disparità di trattamento, generata dalle norme in materia di dimensionamento scolastico che agiscono in pieno per l’istituto comprensivo di lingua italiana mentre non vengono applicate all’istituto bilingue, oggetto di un'interrogazione parlamentare presentata dal deputato di Forza Italia Roberto Novelli.

“Una concorrenza sleale che sta provocando lo spostamento di alunni dal Dante Alighieri al Petricig anche da parte di famiglie che non fanno parte della minoranza slovena, con conseguenti ulteriori ripercussioni negative per il futuro dell’Istituto di lingua italiana. Il Dante Alighieri è un istituto di eccellenza, in cui operano docenti e personale amministrativo di grande valore, ma che paga questa differenza di trattamento nonostante siano entrambe scuole statali. Non è ammissibile che dietro il concetto di tutela di una minoranza si nasconda una discriminazione in piena regola ai danni di una scuola di lingua italiana”, attacca Novelli.

“Inoltre, sarebbe opportuno rivedere i criteri del dimensionamento scolastico tenendo in maggiore considerazione le caratteristiche dei territori, in particolare quelli montani e quelli di confine. Non si tratta di voler ledere i diritti delle minoranze, ma è inaccettabile che per tutelarle si discrimini i cittadini di lingua italiana”, conclude il deputato.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori