Home / Politica / San Vito, opere pubbliche per 10 milioni di euro

San Vito, opere pubbliche per 10 milioni di euro

L’avanzo di oltre 700 mila euro andrà alle famiglie e alle attività economiche colpite dagli effetti del lockdown

San Vito, opere pubbliche per 10 milioni di euro

La giunta comunale di San Vito al Tagliamento ha approvato il rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2019. Una manovra economica che vede due passaggi importanti: l’istituzione del Fondo Solidarietà e Ripresa, finanziato per 735.000 euro ovvero l’intero avanzo di amministrazione ordinario disponibile del Comune di San Vito, così da favorire la ripartenza economica e volto ad aiutare le famiglie e ad alleviare da tributi locali le attività economiche. Dall’altra, l’Amministrazione Di Bisceglie investe nel settore opere pubbliche una somma record che sfiora i 10 milioni di euro, tra le più alte di sempre per San Vito.

“Presentiamo un conto consuntivo solido - afferma il Sindaco Antonio Di Bisceglie - che conferma l’ottima tenuta dei conti del Comune e dunque il mantenimento di una corretta e oculata amministrazione delle nostre risorse attraverso un controllo delle spese puntuale per poter favorire l’impiego delle risorse ai fini degli investimenti e delle spese correnti laddove emergono bisogni non previsti. A partire dagli effetti dell’emergenza sanitaria: con l’applicazione dell’avanzo forniamo le prime risposte alle necessità delle famiglie e delle attività economiche colpite dagli effetti delle conseguenze della chiusura causa Covid-19. Riassumendo, i risultati del bilancio consuntivo ci permettono di intervenire in tre direzioni ovvero sul fronte delle famiglie, delle attività economiche e sul fronte degli investimenti in opere pubbliche. Una manovra che, è bene evidenziarlo , tiene conto anche del prossimo bilancio, già in sicurezza”. Anche il consigliere delegato al Bilancio, David Quarin,conferma che “i conti sono in ordine e l’indebitamento dell’ente è tra i più bassi in regione”.

Se per quanto concerne l’applicazione dell’avanzo ordinario, come già annunciato, è destinato a finanziare in toto il Fondo Solidarietà e Ripresa, in particolare con un primo stanziamento di 200.000 euro per le famiglie e un’altra parte cospicua riservata alle attività economiche con il taglio dei tributi locali, il bilancio consuntivo prevede la destinazione di una cifra che sfiora i 10 milioni di euro in investimenti nel settore opere pubbliche. “La cittadina di San Vito può così rispondere al periodo con un’azione importante - prosegue il Sindaco - che l’aiuterà a crescere con le grandi opere contribuendo alla qualificazione del tessuto urbano, della qualità di vita dei cittadini e delle politiche di solidarietà oltre che mettendo in campo azioni nella cultura e nello sport”. 

Opere che seguono più direttrici a partire dalla qualificazione della cittadina attraverso il restyling di via Amalteo e piazzetta Pescheria (1.840.000 euro). Il tema della sicurezza stradale con la realizzazione della rotatoria di Gleris (400.000), il piano di asfaltature e sistemazioni stradali (1.500.000), la riqualificazione dell’area dell’ospedale (500.000). Sul fronte delle politiche sociali si investirà nella riqualificazione della Casa della terza età (1.000.000). Sul fronte della salute pubblica lavori di miglioramento per la farmacia comunale(800.000).

Area ambiente previsti interventi di sistemazione idrogeologica per Madonna di Rosa (880.000). Per il settore sportivo si prevede la costruzione della nuova palestra adiacente il palazzetto dello sport di Ligugnana (1.810.000), mentre nell’area dei beni culturali si terminerà in Braida la Casa di sasso (100.000) e si lavorerà per l’apertura del Museo del territorio in castello (290.000). Sul fronte del rafforzamento delle infrastrutture, previsto il cantiere del centro intermodale in via Stazione con l’ampliamento del parcheggio, l’autorimessaper le corriere più magazzino e la creazione di un collegamento con via Scrosoppi (500.000).

L’elenco comprende opere pubbliche già avviate, altre verso il completamento, mentre altre ancora partiranno nei prossimi mesi. Cantieri come quello di via Amalteo che sono già ripartiti nonostante la sospensione di tutte le procedure per il Covid-19 grazie al pressing del capo area Opere pubbliche del Comune di San Vito, Ivo Nassivera. “Una mole di investimenti tra i più massicci e poderosi di sempre - commenta il Sindaco - che contribuirà alla ripartenza della cittadina in modo sostanziale, in un contesto regionale e nazionale”. 

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori