Home / Politica / Scuola: Azzolina spaccia atti dovuti per successi personali

Scuola: Azzolina spaccia atti dovuti per successi personali

Il senatore Mario Pittoni (Lega) attacca la ministra dell'Istruzione

Scuola: Azzolina spaccia atti dovuti per successi personali

"Nell'era del virtuale non potevano mancare atti dovuti spacciati per successi personali. Un esempio? I toni trionfalistici del ministro Azzolina per l'autorizzazione all'assunzione di docenti sui posti vacanti e disponibili (buona parte dei quali destinati come ogni anno a restare scoperti potendo pescare solo da graduatorie ad esaurimento e vecchi concorsi)".

Va dritto al punto il senatore Mario Pittoni, responsabile Scuola della Lega e vice presidente della commissione Cultura a palazzo Madama.

"Prima di lei nessun ministro si era vantato per una procedura di fatto automatica - spiega Pittoni -. Infatti, come previsto dall'art. 39 della legge 27 dicembre 1997 n. 449 recante misure per la stabilizzazione della finanza pubblica e come modificato dall'art. 22 della legge 23 dicembre 1998 n. 448 e dall'art. 20 della legge 23 dicembre 1999 n. 488, per le assunzioni nel comparto Pubblico impiego - Scuola l’Amministrazione scolastica chiede al ministero dell’Economia l’autorizzazione a procedere. Quest’ultimo, una volta accertato che le assunzioni non comportino aggravio ingiustificato per l’Erario, cioè che i posti siano effettivamente vacanti e disponibili nella pianta organica, stila una nota tecnica e predispone uno specifico DPCM". 

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori