Home / Politica / SiAmo Udine invita il Consiglio comunale a scendere in campo

SiAmo Udine invita il Consiglio comunale a scendere in campo

Il Gruppo propone di usare i fondi per l'attività consigliare per sostenere chi è in prima linea nell'emergenza

SiAmo Udine invita il Consiglio comunale a scendere in campo

Nonostante le polemiche, il gruppo SiAmo Udine ribadisce la sua proposta al Consiglio comunale, invitato a sostenere, con un gesto concreto, chi combatte in prima linea contro il Coronavirus. "Il nostro obiettivo - spiegano dal coordinamento della lista civica cittadina - è quello di stimolare l'Amministrazione comunale a dare un segnale, simbolico ma allo stesso tempo concreto, di solidarietà e vicinanza a chi si trova in questo momento in prima linea. Si tratta cioè di individuare le modalità con cui stanziare una somma da devolvere a un ente o un’organizzazione da definirsi, utilizzando la voce di bilancio relativa alle spese di funzionamento del Consiglio e, in particolare, corrispondente alle somme che avrebbero dovuto essere impiegate per i consigli comunali e le commissioni del mese di febbraio e marzo, che per ovvi motivi non si sono tenuti".

"Proposta che, ovviamente, non sostituisce le iniziative personali dei singoli consiglieri e assessori, ma vi si affianca, seguendo l’esempio che stanno dando in questi giorni molti privati e numerose associazioni. Non si tratta, cioè, di “fare i signori con i soldi degli altri”, ma di lanciare il  messaggio che l’Amministrazione comunale è vicina alla cittadinanza e desidera testimoniarlo con i fatti", spiegano ancora da SiAmo Udine.

"Su tale proposta, formulata dal consigliere Patti e appoggiata da tutto il coordinamento della lista civica, ci saremmo aspettati un confronto aperto e solidale, anche per superare le difficoltà operative, e non una reazione da parte di alcuni consiglieri di maggioranza, dai toni a tratti decisamente inacettabili sia per la particolare delicatezza del momento sia perché rivolta a un collega d’aula".

"A questo punto, come Lista SiAmo Udine proponiamo una sottoscrizione fra tutti i consiglieri e assessori comunali, invitandoli al versamento dei gettoni di presenza relativi alle commissioni e al consiglio tenutisi nel mese di febbraio, da devolversi a una delle organizzazioni in prima linea. Con l'occasione si sottolinea che in questo momento così grave per il Paese e per la nostra stessa città, l'Amministrazione comunale tutta, dal sindaco agli assessori fino ai consiglieri comunali, deve diventare punto di riferimento per i cittadini, evitando polemiche gratuite e dando chiari segnali di impegno e solidarietà".

"In quest'ottica sarebbe auspicabile la convocazione di un consiglio comunale o di una commissione, anche in modalità telematica e comunque nel rispetto delle procedure sanitarie in atto, onde verificare nella massima unità, condivisione e collaborazione la situazione e le esigenze della città e approntare tutte le necessarie iniziative. A parer nostro tutto ciò sarebbe un piccolo segnale di vicinanza a tutti i cittadini che a vario titolo stanno soffrendo per la delicata situazione, un segnale che va ben oltre il singolo partito o movimento politico. L’intera giunta e il consiglio comunale, che rappresentano tutti i cittadini di Udine, offrano un segnale di manifesta unione attraverso un piccolo gesto: devolvere il proprio gettone di presenza", concludono i componenti del coordinamento della lista civica SiAmo Udine.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori