Home / Politica / Tavolo verde per illustrare i bandi Psr 2022

Tavolo verde per illustrare i bandi Psr 2022

Molte le novità annunciate dall'assessore Zannier a cui si aggiungono le strategie del Gal

Tavolo verde per illustrare i bandi Psr 2022

L'assessore regionale alle Risorse agroalimentari, forestali, ittiche e montagna Stefano Zannier ha aperto a Udine il Tavolo verde per illustrare il cronoprogramma dei bandi a valere sul Piano di sviluppo rurale (Psr) per il 2022.

Molte le novità annunciate dall'assessore tra cui una modifica ai bandi per il sostegno all'imprenditoria agricola giovanile in montagna, dove sarà eliminata la voce attrezzature e la materia forestale per evitare un utilizzo improprio del bando rispetto ad altri canali contributivi esistenti. Zannier ha poi annunciato ulteriori 2 milioni di euro sulla legge regionale per l'acquisto di attrezzature e una norma a sostegno di nuovi impianti arborei per estendere la frutticoltura.

Entrando nel dettaglio della programmazione Psr, l'assessore ha dato conto di tavoli di lavoro costanti tra la Direzione centrale della Regione e il Ministero sia sulla programmazione 14-20 (che è stata estesa di due anni, fino al 2022, a causa della pandemia) sia sulla nuova programmazione che afferisce al quadriennio 23-27. Per il biennio 21-22 al Friuli Venezia Giulia sono stati destinati 92 milioni di euro di fondi ordinari, integrati con 14 milioni di euro da fondi legati alla ripresa dalla pandemia (fondi Euri). Il piano è stato approvato dall'Unione europea a settembre, includendo il nuovo intervento sul miglioramento dell'uso e della gestione delle risorse idriche da parte delle aziende agricole (valore 2,5 milioni di euro, in scadenza il 7 febbraio).

Il prossimo avviso in pubblicazione è il bando annuale per l'insediamento di giovani agricoltori (sarà aperto dal 1 gennaio al 30 giugno) ed avrà una dotazione di 3,4 milioni di euro. Il bando per interventi agro-climatico-ambientali aprirà a marzo 2022 e scadrà il 15 maggio 2022 con una dotazione di 12,6 milioni; il bando agricoltura biologica avrà le stesse tempistiche e una dotazione di 7,4 milioni. L'avviso "Indennità Natura2000" (apertura a marzo 2022 e scadenza 15 maggio 2022) avrà una dotazione di 800mila euro, mentre il bando di indennità a favore degli agricoltori della zona montana, con le stesse scadenze temporali, avrà 7,5 milioni di euro di dotazione.

Il bando per investimenti nella trasformazione, commercializzazione e sviluppo di prodotti agricoli avrà una dotazione di 4,3 milioni di euro, sarà pubblicato a maggio e avrà scadenza a fine settembre. Il sostegno a investimenti nella creazione di energie rinnovabili potrà contare su 600mila euro di finanziamenti e sarà aperto tra luglio e settembre 2022. Saranno riattivati il fondo di rotazione Feasr con 6,55 milioni, il bando imboschimento e creazione aree boscate a pioppicoltura con 2,235 milioni di euro, l'aiuto all'avviamento di imprese extra agricole nelle zone rurali per poco più di un milione di euro. Infine il bando per investimenti in macchinari e attrezzature sostenibili avrà una dotazione di 3,7 milioni, sarà aperto a dicembre e scadrà a marzo 2023.

Le tempistiche sono provvisorie e saranno coordinate con i termini dei bandi previsti all'interno del Pnrr. A questi bandi a valere sul Psr si aggiungono i bandi del Gal, ovvero le strategie di sviluppo locale, per le aree interne e montane.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori