Home / Politica / Utilizzo del Por Fesr, Fvg tra le regioni più virtuose

Utilizzo del Por Fesr, Fvg tra le regioni più virtuose

Zilli: "Decise alcune azioni per migliorare ulteriormente le performance del programma"

Utilizzo del Por Fesr, Fvg tra le regioni più virtuose

"Rileviamo che l'avanzamento generale del Programma Por Fesr è più che soddisfacente, sia dal punto di vista della spesa certificata che da quello dei risultati concreti conseguiti: in particolare il Programma regionale si colloca tra le prime posizioni a livello nazionale per avanzamento della spesa". Lo ha reso noto l'assessore regionale alle Finanze Barbara Zilli nell'incontro di partenariato "Por Fesr 2014-2020. FVG Investimenti a favore della crescita e dell'occupazione" a cui erano iscritti un centinaio di partecipanti per condividere i risultati di avanzamento del Programma.

"Anche nel 2021 i dati di avanzamento si presentano in linea con gli obiettivi che ci si era prefissati - ha spiegato Zilli - tanto che la spesa certificata alla Commissione europea supera ormai il 60% (63,71% - 147 milioni di euro) della dotazione finanziaria del Programma (230,78 milioni di euro) ed è maggiore non solo rispetto al target N+3 per il 2021, ma anche rispetto al target N+3 previsto per il 2022".

In avvicinamento alla fase di chiusura della programmazione 2014/2020 - il 31 dicembre 2023 scade il termine ultimo di ammissibilità della spesa - è stato deciso di mettere in atto alcune azioni per migliorare ulteriormente le performance del programma.

"Risulta necessario operare prontamente - ha spiegato l'assessore - una revisione finanziaria del Programma, con una riduzione delle risorse assegnate all'asse 3 "Sostenere la transizione verso un'economia a basse emissioni di carbonio in tutti i settori" a favore degli assi 1 e 2, dedicati al sistema delle imprese, che manifestano tassi di avanzamento finanziario (rispettivamente 73 e 79% di spesa certificata) e fisico lusinghieri": viene quindi proposto di ridurre la dotazione finanziaria dell'asse 3 di 20 milioni di euro, mantenendo i target di realizzazione fisica, e di riassegnare le stesse risorse finanziarie agli assi 1 e 2 in grado di assicurare il completamento dei progetti, aumentando in modo significativo le relative performance".

Nel corso dell'incontro è stato chiarito che queste modifiche non impattano in alcun modo sulla copertura finanziaria degli assi, in quanto l'incremento della dotazione finanziaria del Por prevista nella riprogrammazione è già stato abbondantemente garantito per tutte le azioni con le risorse Par, ed è stato ribadito che l'Amministrazione regionale si impegna a garantire la piena copertura finanziaria dei progetti già finanziati nell'ambito dell'asse 3 che verrebbero meno del finanziamento del programma con risorse Par.

La procedura di modifica prevede, dopo la condivisione con il Partenariato, l'approvazione da parte del Comitato di Sorveglianza e la successiva negoziazione con la Commissione europea per l'adozione del testo modificato del Programma. 

0 Commenti

Cronaca

Economia

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori