Home / Salute e benessere / 'Il report del Ministero certifica che in Fvg le cure sono state in linea con lo standard'

'Il report del Ministero certifica che in Fvg le cure sono state in linea con lo standard'

Riccardi replica alle accuse del M5S: "La Regione è stata in grado, sulla base della riorganizzazione in itinere, di superare una situazione straordinaria"

\u0027Il report del Ministero certifica che in Fvg le cure sono state in linea con lo standard\u0027

"Credo si classifichino da soli coloro i quali hanno scelto di strumentalizzare politicamente una fase della pandemia interpretando, in modo malevolo, una relazione ministeriale nella quale, invece, si conferma che nell'emergenza Covid le persone ospedalizzate in regione sono state curate nel pieno rispetto degli standard previsti. Per il resto c'è la consapevolezza di non aver mollato un attimo la presa gestendo ogni giorno, da ormai quasi due anni, una situazione straordinaria che richiederebbe quella responsabilità di cui anche chi sta all'opposizione dovrebbe farsi carico".

Lo ha detto oggi il vicegovernatore con delega alla Salute Riccardo Riccardi in replica alle accuse del M5S che, in una conferenza stampa, ha reso noto il report del Ministero della Salute, a seguito delle ispezioni di inizio agosto negli ospedali di Palmanova e Gorizia, chiedendo al presidente Fedriga "di sollevare dall'incarico l'assessore Riccardi o gli ritiri la delega alla salute".

"Nel merito", ha spiegato Riccardi, "in relazione alla parte del rapporto ministeriale afferente alla configurazione dei posti di Terapia intensiva (Ti) Covid il piano di potenziamento del Governo prevede per il Friuli Venezia Giulia un numero di posti letto di Ti pari a 175. Tale parametro deriva dalle indicazioni operative di quantificare la dotazione di postazioni intensive pari a 0,14 per 1.000 abitanti. Questo appare come punto di riferimento per la dotazione "strutturale" a cui deve tendere il Sistema sanitario regionale e prescinde dalla classificazione dei posti letto con i codici ministeriali".

"Come peraltro dimostrato durante le fasi più acute del picco pandemico - ha aggiunto Riccardi - la Regione è stata in grado, sulla base della riorganizzazione in itinere, di superare questo limite offrendo oltre 200 posti letto: un numero che supera abbondantemente quello previsto dall'applicazione del parametro dello 0,14".

Per quel che riguarda nello specifico la questione dei posti letto nell'Ospedale di Palmanova, come ha sottolineato il vicegovernatore, essi sono certificabili come posti di terapia intensiva, di cui uno per infettivi. Sono successivamente stati realizzati ulteriori otto posti che dal punto di vista impiantistico garantiscono l'utilizzo come terapia intensiva. La codifica specifica di questi posti letto risale al passato e, in assenza di riscontri negativi da parte del ministero, si è protratta fino a oggi. "In relazione a ciò - come ha concluso Riccardi - si è preso atto di quanto segnalato nel rapporto e si sta provvedendo ad una compiuta analisi di tutti i flussi ministeriali". 

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori