Home / Salute e benessere / 'Rivoluzionare l'assistenza agli anziani'

'Rivoluzionare l'assistenza agli anziani'

In una mozione presentata da Mara Piccin (Forza Italia) le linee guida di un piano strategico integrato

\u0027Rivoluzionare l\u0027assistenza agli anziani\u0027

Una mozione depositata dal centrodestra, a prima firma della consigliera regionale Mara Piccin (Forza Italia), intende fornire alla giunta regionale le linee per la definizione di un “piano strategico integrato per l’anziano in condizione di fragilità e non autosufficienza”.

IL PIANO. La mozione contiene due impegni per la giunta. Il primo stabilisce due direttrici. La prima, come spiega Piccin, è quella della “ridefinizione degli assetti istituzionali e di governance del complessivo assetto sanitario, sociosanitario e socioassistenziale coinvolto nella presa in carico della popolazione anziana fragile, in coerenza con quanto previsto dalla legge regionale 22/2019 e secondo una logica volta a ridurre la frammentazione dei servizi e la disomogeneità dell’offerta presente sul territorio”.

“In particolare – specifica la consigliera – va previsto il rafforzamento e l’innovazione della presa in carico attraverso la definizione e formalizzazione dei nodi della rete assistenziale e della regolazione delle relazioni tra gli stessi, al fine di garantire la continuità della cura (reti clinico-assistenziali) anche il potenziamento dell’integrazione informatica”. La seconda direttrice contenuta nella mozione, riferisce la prima firmataria, indica “il potenziamento e la riqualificazione dei servizi e interventi rivolti agli anziani fragili, in particolare attraverso il potenziamento degli interventi di prevenzione, di screening della “medicina d’iniziativa”, lo sviluppo dell’infermiere di comunità e delle sperimentazioni di “abitare inclusivo”, la revisione degli interventi economici di sostegno alla condizione di non autosufficienza, lo sviluppo dei servizi semiresidenziali e delle strutture intermedie e la riqualificazione del sistema residenziale”.

La giunta regionale sarà chiamata a impegnarsi anche a “garantire che il piano strategico si armonizzi con i contenuti del Programma triennale per la promozione dell’invecchiamento attivo e che si connoti per l’attenzione al contrasto della solitudine e a ogni forma di abuso e maltrattamento delle persone anziane”.

LA SITUAZIONE. Piccin ricorda che, al 2019, gli ultra 65enni in FVG sono 317.856, il 26,2 per cento della popolazione. Gli ultra 85enni, il 16 per cento degli anziani. I non autosufficienti residenti a domicilio o in strutture dedicate sono attualmente 36.504 in regione e 43.521 (13,8 per cento) ancora autonomi sono classificabili come “fragili”. Nel 2030 si prevede che il numero di anziani salga a 355.575 (il 29,6 per cento della popolazione), gli ultra 85enni al 18,7 per cento degli anziani.

“La diminuzione della natalità e l’allungamento della speranza di vita, che interessano anche il FVG – osserva Piccin -, hanno portato a un rapido e ampio invecchiamento della popolazione, incrementando anche il peso della componente dei “grandi anziani”. Problema demografico, non autosufficienza, che grava sulle famiglie, e frammentazione del sistema sanitario sociosanitario e sociale sono questioni che rischiano di pregiudicare il futuro delle comunità regionali".

"Aziende sanitarie, Comuni, medici di medicina generale, Asp, famiglie, terzo settore, privati e volontariato danno una risposta di alto livello, ma permane la criticità del loro agire senza una strategia organizzativa integrata. L’emergenza Covid-19 ha messo in evidenza proprio questo aspetto. Sulla base di tutto ciò, è urgente procedere con una radicale innovazione del sistema di presa in carico di quest’ampia fascia della popolazione. Lo dobbiamo ai nostri anziani, alle loro famiglie e agli stessi attori del sistema, che saranno messi nelle migliori condizioni di operare”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori