Home / Salute e benessere / 2019 da incorniciare per la Lilt Udine, ma sul 2020 pesa il Covid

2019 da incorniciare per la Lilt Udine, ma sul 2020 pesa il Covid

Il presidente Arpino: "Giusto deviare le risorse sull'emergenza, ma il volontariato è uno zoccolo duro che non va trascurato"

2019 da incorniciare per la Lilt Udine, ma sul 2020 pesa il Covid

Anche la Lilt di Udine, sezione "Elio ed Enrico Morpurgo", ha affrontato, per la prima volta nella sua storia quasi centenaria, l'esperienza di un'Assemblea senza la presenza fisica dei soci. E' accaduto in occasione dell'Assemblea ordinaria per l'approvazione del bilancio 2019, che si è tenuta venerdì 29 maggio, alla presenza - ciascuno davanti al proprio Pc - di una trentina di soci.

Il presidente Giorgio Arpino - riconfermato, a seguito delle elezioni svoltesi alla fine dello scorso anno, per il quinquennio 2019-2024 - ha svolto una dettagliata relazione, toccando tutti i temi dell'attività sociale, nel campo della prevenzione primaria (promozione di stili di vita sani che contrastino le insorgenze di malattie oncologiche), di quella secondaria (identificazione gruppi a rischio, screening e diagnosi precoce) e terziaria (attività di supporto a beneficio di chi ha già sviluppato un cancro e dei familiari dei pazienti oncologici).

In tutte le aree, numeri in crescita: basti citare le quasi 900 visite preventive per i tumori più diffusi - seno, cavo orale, prostata, melanomi, colon-retto. Risultati lusinghieri, per i quali il presidente ha ringraziato in primis i medici ma con loro tutti i volontari impegnati nelle numerose manifestazioni ed eventi grazie ai quali è possibile raccogliere i fondi necessari per sostenere il bilancio dell'Associazione.

Risultati che tuttavia, ha avvertito Arpino, saranno difficilmente ripetibili nel 2020, partito con l'handicap del Covid 19 che di fatto ha bloccato gran parte dell'attività per un intero trimestre. Ma non è solo tale fattore a preoccupare: "L’epidemia ha fatto esplodere la solidarietà di tutti, una tantum, per aiutare la Sanità pubblica a contrastare l’espandersi di questo male terribile. Ciò è certamente bene, come risposta straordinaria a un'emergenza straordinaria. In questa situazione, però, il terzo settore, di cui facciamo parte, è stato tenuto generalmente sotto traccia, rispetto alle grandi istituzioni, trascurando chi ha continuato ad operare facendo la propria parte. Il Covid-19 ha impoverito tutte le associazioni di volontariato, deviando le risorse sull’emergenza, dimenticando chi rappresenta uno 'zoccolo duro' per aiuti continui e costanti, che è sempre stato presente e che ancora lo sarà, anche in tempi peggiori".

Più che mai attuale, quindi, il tradizionale appello "aiutateci ad aiutare", rivolto ai soci, ma anche a tutti i cittadini e alle istituzioni. Un aiuto che è possibile anche attraverso la destinazione alla Lilt del 5 per mille al momento della compilazione della dichiarazione dei redditi.

La relazione del Presidente e il bilancio consuntivo 2019 sono stati approvati all'unanimità. L'Assemblea ha anche nominato nuovo presidente dei revisori dei conti Mario Bertossi, in sostituzione del dottor Antonio Toller dimessosi per motivi personali, dopo molti anni di meritevole e apprezzata collaborazione.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori