Home / Salute e benessere / A Monfalcone un mammografo di ultima generazione

A Monfalcone un mammografo di ultima generazione

La nuova apparecchiatura permette una migliore diagnostica senologica, con basse emissioni

A Monfalcone un mammografo di ultima generazione

La Struttura Complessa di Radiologia dell’Ospedale Gorizia Monfalcone ha acquisito, per la sede cantierina, un nuovo mammografo di ultima generazione (per un valore di 181.780 euro) che va a sostituire il precedente ormai datato e obsoleto.

La nuova apparecchiatura, un Hologic Selenia Dimension, della Ditta Technologic, rappresenta attualmente lo stato dell’arte della diagnostica senologica in ambito mammografico. E’ una apparecchiatura digitale diretta, che, alla bassissima dose erogata, associa un'elevatissima qualità di immagine. E’ dotata della funzione di tomosintesi che consente di meglio evidenziare le eventuali calcificazioni e le distorsioni nella struttura della mammella, migliorando la capacità diagnostica; a ciò si aggiunge anche una stazione di refertazione dedicata, con monitor di elevata risoluzione e con funzioni di rilevamento delle lesioni e delle calcificazioni.

Il servizio sarà migliorato in termini di qualità dell'esame, in quanto da un mammografo analogico si passa a uno digitale, dotato inoltre di tomosintesi che rappresenta un importante valore aggiunto in quanto è una tecnologia che finora era assente all’ospedale di Monfalcone.

Inoltre il mammografo in futuro, se numericamente necessario, potrebbe essere anche implementato con la stereotassi che consentirebbe di effettuare le biopsie sotto guida mammografia. Attualmente tali esami vengono effettuati a Gorizia. Per quanto riguarda l'aspetto numerico, in tempi di normalità, con un organico medico, tecnico e infermieristico adeguato, l'attività sarebbe giornaliera con un esame ogni 20 minuti dalle 8 alle 14; attualmente data la situazione Covid e la relativa carenza di personale tecnico e medico non si possono fare previsioni.

Tale apparecchiatura consentirà un netto miglioramento delle capacità diagnostiche e potrà supportare anche l’attività di screening di II livello della mammella.

Inoltre, nei primi giorni di maggio, per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, la Radiologia, a Gorizia e a Monfalcone, è stata dotata di un'apparecchiatura portatile per radiografia Carestream DRX, per effettuare le radiografie al letto dei pazienti di Pronto Soccorso, Rianimazione e Unità Coronarica. Il macchinario rispetta i più moderni canoni tecnologici delle apparecchiature radiologiche, essendo un'apparecchiatura digitale con detettore dotato di wi-fi per la trasmissione delle immagini, con ampia autonomia di movimento e di esecuzione e memorizzazione delle radiografie.

“Queste acquisizioni rappresentano un primo importante passo per l’ammodernamento tecnologico della radiologia degli ospedali di Monfalcone e di Gorizia. Uno step necessario per consentire ai pazienti dell’Isontino di poter usufruire di tecniche sempre più all’avanguardia affidandosi alle strutture sanitarie del proprio territorio” dichiara il vicepresidente Riccardo Riccardi.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori