Home / Salute e benessere / Al Burlo si studiano le infezioni trasmesse sessualmente

Al Burlo si studiano le infezioni trasmesse sessualmente

Importante riconoscimento per i contributi scientifici dell'Istituto, che sono stati inseriti in un volume della 'Springer International Publishing'

Al Burlo si studiano le infezioni trasmesse sessualmente

I professionisti dell’Irccs Materno Infantile “Burlo Garofolo” stanno contribuendo in modo importante alla ricerca clinica e di laboratorio sulle infezioni a trasmissione sessuale (IST). Lo testimonia la recente pubblicazione internazionale del volume “Sexually Transmitted Infections - Advances in Understandig and Management” curato da Antonio Cristaudo e Massimo Giuliani, pubblicato da Springer International Publisching.

Il volume fa il punto sul tema delle infezioni a trasmissione sessuale affrontando in modo accurato sia le attuali conoscenze sia le novità della ricerca clinica e microbiologica, delle terapie e dell’avanzamento tecnologico, in modo multidisciplinare. Oltre ai professionisti del Burlo, hanno collaborato alla stesura del libro esperti dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), del “Centers for Disease Control and Prevention di Atlanta (CDC), del National Health Insittute (NIH) degli USA, del Department of Global Health dell’Università di Washington, del Centro Internazionale di Ricerca sul Cancro di Lione (IARC).

Il libro esplora dettagliatamente tutti i cambiamenti nell’epidemiologica e negli aspetti clinici delle IST che si sono verificati nell’ultimo decennio evidenziando l’enorme contributo delle tecnologie di nuova generazione nella diagnosi di laboratorio e nella ricerca traslazionale. Particolare attenzione è stata data ai gruppi a maggior rischio (giovani adolescenti, donne in gravidanza) di complicanze o a ai clusters più deboli (immunodepressi, tossicodipendenti, popolazioni con disagiate situazioni socioeconomiche).

Nello specifico, il team del Burlo coordinato dal professor Francesco De Seta, responsabile del Servizio di Patologia Cervicovaginale della Clinica Ostetrica e Ginecologica, e dalla professoressa Manola Comar, direttore della Ssd di Diagnostica Avanzata Microbiologica Traslazionale dell’Irccs, in collaborazione con le dottoresse Zanotta e Zito, hanno curato i capitoli su “Nuovi approcci diagnostici alle infezioni virali a trasmissione sessuale”; “Nuovo approccio alle infezioni da Chlamydia trachomatis in maschi e femmine” e “Le infezioni vaginali: Vaginosi e Vaginite batterica”.

"La richiesta da parte degli editori di redigere tre capitoli su tematiche così attuali e discusse in campo clinico e diagnostico – spiegano Manola Comar e Francesco De Seta – rappresenta un elemento di soddisfazione e successo. É la dimostrazione di come i risultati del quotidiano e costante confronto tra clinica e ricerca, supportato negli anni dalle Direzioni Sanitaria, Scientifica e Generale del Burlo, attraverso l’istituzione di un ambulatorio e laboratorio dedicato nonché di investimenti tecnologici per la diagnosi e ricerca, abbiano consentito di identificare l’Irccs quale punto di riferimento, in campo nazionale e internazionale, per la ricerca sulle infezioni sessualmente trasmissibili".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori