Home / Salute e benessere / Asugi, nuove possibilità di prenotazione

Asugi, nuove possibilità di prenotazione

Organizzazione attività ambulatoriale e aggiornamento su prestazioni prenotabili dal 22 giugno

Asugi, nuove possibilità di prenotazione

Riprende l'attività ambulatoriale e quindi visite mediche e prestazioni sanitarie in ASUGI, a partire dal giorno 22 giugno. Ecco le prestazioni prenotabili: 
Visita neurologica priorità B, D e P - EEG priorità B, D e P - Visita ematologica priorità B, D e P - Visita immunotrasfusionale e salasso (con le stesse modalità pre-covid) - Visita medicina del lavoro per ex esposti ad amianto priorità B, D e P - Visita medicina del lavoro priorità B, D e P - Visita internistica per Ipertensione arteriosa (con le stesse modalità pre-covid) -Visita medicina dello sport (con le medesime modalità pre-covid) - Visita diabetologica priorità B, D e P (con le medesime modalità pre-covid) - Visite per il rilascio dei certificati medico legali (idoneità per patenti di guida, nautiche, porto d'armi ecc.). L’azienda ricorda che, per evitare l’interruzione al pubblico servizio, si potrà accedere anche alle strutture private accreditate con ASUGI.

Per quanto riguarda l’organizzazione dell’attività ambulatoriale gli sportelli Cup ospedalieri saranno accessibili nei seguenti orari. Gli sportelli CUP dell’ospedale Maggiore (Trieste) saranno aperti dalle 7:00 alle 19:00 da lunedì a venerdì, il sabato dalle 7:00 alle 12:00; gli sportelli CUP dell’ospedale di Cattinara (Trieste) saranno aperti dalle 7:30 alle 13:00 dal lunedì al venerdì, mentre da lunedì 29 giugno gli sportelli CUP dell’ospedale di Monfalcone e Gorizia saranno aperti dalle 7:30 alle 19:00 da lunedì a venerdì.
Prenotazioni: si raccomanda di favorire l’accesso telefonico tramite call center regionale 0434 223522, on line e presso le farmacie abilitate. Se l’utente ritenesse di dover prenotare in modalità front office si ricorda che l’accesso al servizio andrà gestito attraverso la compilazione del modulo al link dedicato, per evitare sovraffollamenti nelle sale di attesa http://comi.sanita.fvg.it/survey/survey/?id=96&uuid=a858b9b07b0b_4b50_97f3_9a07fbc422ad oppure telefonare al numero 040 3998989 dalle 8:00 alle 13:00
Per le visite e appuntamenti se già programmato verrà contattato direttamente dalla Struttura per riprogrammare l’appuntamento.
Esami del sangue: gli accessi ai punti prelievo saranno regolamentati con prenotazione così da garantire il distanziamento tra le persone. Va comunque favorito il canale di accesso telefonico attraverso numeri dedicati: 040 399 – 2194 – 2220 (Trieste) dalle 8:30 alle 18:30; 0481 4875-11 – 70 (Monfalcone) attivi dalle 8:00 alle 13:00; 0481 594717 o 0481 594718 (Gorizia) attivi dalle 8:00 alle 13:00 e 0481 629271 per Cormons e 0481 954504 per Gradisca d’Isonzo. Per le impegnative rosse il fax è 040 3992778. L’operatore avviserà l’utente di presentarsi allo sportello CUP situato nella sede del centro prelievi (10 minuti prima) per l’eventuale pagamento se previsto.
Risposte esami: le risposte dei referti di laboratorio sono attualmente disponibili via telematica; se non accessibili on line potranno essere inviati via posta.
Autocertificazioni per esenzione ticket reddito: per evitare il rischio di assembramento l’accesso è regolamentato. Dal 22 giugno per prenotare si potrà compilare il modulo via internet al link https://comi.sanita.fvg.it/survey/survey/?uuid=88a5c3aa-672b-4dc1-9853-4bf94fb727ee oppure telefonando al numero 040 3998989 dalle 8:00 alle 13.00; via fax al numero 040 3992647. Si ricorda che resta valido il percorso consolidato di accesso diretto presso la direzione CUP di v Nordio per le Microaree, Caritas e ICS.
Pagamenti: si dovrà privilegiare la modalità telematica utilizzando il pagamento da incassatrici automatiche o con home banking. Restano ugualmente disponibili gli sportelli CUP per il pagamento in contanti. Dovranno sempre essere rispettate tutte le misure precauzionali del distanziamento sociale e nelle sale d’attesa.

Rimanendo attiva l’emergenza COVID-19 fino al 31 luglio 2020, le visite dovranno essere regolamentate dai protocolli di prevenzione e sicurezza: pertanto si indica un tempo stimato tra una visita e l’altra di 60 minuti.
Ricordiamo il piano procedurale che detta le regole per la programmazione delle visite: dovranno essere calendarizzate con adeguata tempistica per ridurre l’affollamento in sala d’aspetto o negli ambulatori. La tempistica dipenderà dalla patologia e/o prestazione. Sarà opportuno estendere le attività in orari più ampi, dovendo dedicare anche il tempo necessario all’igienizzazione dell’ambulatorio dopo ogni paziente.
Il paziente verrà contattato il giorno prima dall’ambulatorio di competenza che riferirà tutte le procedure e le modalità di accesso alla struttura.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori