Home / Salute e benessere / Come si muove il Coronavirus in Fvg, Comune per Comune

Come si muove il Coronavirus in Fvg, Comune per Comune

L'area montana e pedemontana del Friuli Occidentale ancora la più colpita. Ma Barcis, con Drenchia e Stregna, resta Covid-free

Come si muove il Coronavirus in Fvg, Comune per Comune

Come si sta muovendo il Coronavirus nei comuni della nostra regione? La fotografia arriva dall'aggiornamento settimanale della mappa della Protezione civile Fvg.

Anche questa settimana, l'area maggiormente colorata di blu è quella della montagna e della pedemontana del Friuli Occidentale, da settimane nella morsa del virus. Incidenza record a Cimolais, che registra 57 casi ogni mille abitanti (pari a 24 positivi e 10 guariti). Non va molto meglio a Pinzano al Tagliamento, che si attesta a quota 37,7 casi ogni mille residenti (59 i positivi, 42 i guariti e cinque i morti legati al Covid), Claut a 35,8 (36 i positivi, 55 i guariti, un decesso), Andreis a 31,9 (nove positivi e otto guariti), Tramonti di Sopra a 30,7 (11 positivi, sei guariti e un morto) e Sequals a 30,6 (68 positivi, altrettanti guariti e quattro vittime).

Incidenza decisamente alta anche a Clauzetto con 28,2 casi ogni mille (11 positivi, tre guariti e tre morti), Vivaro a 26,4 (37 positivi, 44 guariti e due vittime), Frisanco a 26,4 (17 positivi, 20 guariti e due decessi), Cavasso Nuovo a 25,5 (41 positivi, 88 guariti e otto morti), San Giorgio della Richinvelda a 25,4 (115 positivi, 185 guariti e sette vittime), Maniago a 23,7 (280 positivi, 374 guariti e 15 decessi), Travesio a 23,2 (42 positivi, 40 guariti e tre decessi), Erto e Casso a 22,6 (13 positivi, 12 guariti), Castelnovo a 21,9 (20 positivi, 32 guariti e due vittime) e Spilimbergo a 20,8 (248 positivi, 390 guariti e 22 decessi Covid).

A discapito di questa ampia diffusione, resiste strenuamente in 'bianco', quindi è ancora Covid-free, Barcis, questa settimana in compagnia di Drenchia e Stregna.

Guardando alla Carnia, la situazione è decisamente migliore rispetto al periodo prima delle festività, anche se restano blu Cercivento con 34,5 casi ogni mille (24 positivi e 67 guariti) e Sutrio a 24,1 (33 positivi, 144 guariti e un decesso).

Il resto del blu, nell'ex provincia di Udine, si muove a macchia di leopardo: spiccano Osoppo a 26,6, Buja a 20,5, Magnano in Riviera a 27, Nimis a 19,1 e, nella Bassa, Santa Maria la Longa a 19,9.

Ampia diffusione, ma con incidenza in generale inferiore rispetto al Friuli Occidentale, anche nei comuni isontini e giuliani. Qui, spiccano ancora San Pier d'Isonzo a 32,2 (65 positivi, 84 guariti e un decesso) e Farra d'Isonzo a 26,8, ma sono a tinta scura anche Turriaco (21,2), Staranzano e Doberdò del Lago (entrambe a 19,4), Fogliano a 19,3, Monfalcone a 19, San Canzian d'Isonzo a 18,7, Capriva a 18,5 e Mariano a 18,1.

Nell'area giuliana il comune più colpito resta Sgonico con 30,8 casi ogni mille, seguito da San Dorligo a 22,7 e Duino Aurisina a 19. Preoccupa il colore di Trieste che sale a 20,1 casi ogni mille abitanti, a fronte di 4.059 positivi, 5.907 guariti e 436 decessi.

Il capoluogo regionale è quello con l'incidenza più alta, ma in generale in tutte le città della regione i dati sono in aumento rispetto al 4 gennaio. Pordenone sale a 14,4 casi ogni mille con 729 positivi, 1.227 guariti e 57 decessi. Segue Udine a 11,8, con 1.160 attualmente positivi, 3.377 guariti e 129 vittime, mentre chiude la panoramica Gorizia con l'1% d'incidenza, ovvero 352 positivi, 1.086 guariti e 44 morti.

 

Articoli correlati
0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori