Home / Salute e benessere / Coronavirus, raggiunto un accordo per Niccolò

Coronavirus, raggiunto un accordo per Niccolò

La Cina ha autorizzato il volo per il suo rimpatrio. La partenza è prevista per domani. Sabato il rientro in Italia

Coronavirus, raggiunto un accordo per Niccolò

Buone notizie da Wuhan. Pare si sia risolto il caso di Niccolò, il 17enne di Grado rimasto bloccato da giorni nella città della Cina da dove è partito il contagio del coronavirus.

Il suo rientro si stava trasformando in un vero 'incidente' diplomatico: il volo dell’Aeronautica militare che lo deve riportare a casa sarebbe stato bloccato dalle autorità cinesi, ufficialmente perchè non c'erano 'slot' liberi per il velivolo. Ora, però, pare che l'attesa autorizzazione sia finalmente arrivata.

Secondo il Ministero degli Esteri, il volo speciale dovrebbe partire domani dall’Italia e rientrare a Roma sabato.

Anche dal ministro della Salute, Roberto Speranza, erano arrivate rassicurazioni: "Mancava l’ultima autorizzazione, ma adesso tutto dovrebbe essere risolto”. Ieri Speranza aveva incontrato l’ambasciatore cinese "in un clima sereno, positivo e costruttivo".

La vicenda del 17enne gradese ormai ci ha abituato ai colpi di scena. Quindi la speranza è che finalmente la sua storia si possa concludere con un lieto fine. Niccolò, infatti, non è stato contagiato, ma per ben due volte non è potuto salire su un volo che lo avrebbe riportato in Europa, perché poco prima dell’imbarco aveva qualche linea di febbre.

Il 17enne, studente del Liceo Sello di Udine, era partito per la Cina nel mese di agosto per un anno di studio all’estero. Si era spostato nella provincia di Wuhan assieme alla famiglia che lo aveva ospitato in questi mesi per il Capodanno, ma i festeggiamenti erano poi stati annullati in tutto il Paese. Quindi, come tutti gli abitanti dell’area, è rimasto bloccato nella provincia, posta in stretto isolamento per contenere la diffusione del virus.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori