Home / Salute e benessere / Coronavirus, una speranza dalla cura all'ozono

Coronavirus, una speranza dalla cura all'ozono

In corso la sperimentazione all'ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine

Coronavirus, una speranza dalla cura all\u0027ozono

Contro il Coronavirus, all'ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine si sta sperimentando una terapia all'ozono che ha fatto drasticamente calare i ricoveri in terapia intensiva dal 15 al 3%. Al momento solo un paziente su 36 sottoposti a questa cura è stato intubato entrando in terapia intensiva. Gli altri 35 casi, nonostante il Covid-19 avesse fatto sviluppare polmonite e difficoltà respiratorie gravi, stanno guarendo, tanto che a breve torneranno a casa.

La terapia è frutto di un lavoro immenso elaborato dall’équipe di Anestesia e rianimazione insieme al team delle Malattie infettive dell’Azienda sanitaria universitaria Friuli centrale. Ora, hanno spiegato sul Messaggero Veneto l’anestesista Amato De Monte e l’infettivologo Carlo Tascini, si attende dall’Agenzia italiana del farmaco e dal Comitato etico dell’istituto Spallanzani di Roma il via libera per avviare lo studio clinico da effettuare con altri centri italiani.

Felice per i risultati ottenuti anche il presidente della Regione, Massimiliano Fedriga: "La cura sembra dare ottimi risultati", ha scritto Fedriga riprendendo l'articolo del quotidiano locale firmato da Giacomina Pellizzari. "Aspettiamo l'ok dall’Agenzia Italiana del Farmaco per iniziare la sperimentazione”.

Ricordiamo che la notizia giunge a poche ore da un altro grande risultato ottenuto a Udine, ovvero la creazione di un test per verificare la presenza del Covid-19 che dimezza tempi e costi rispetto ai normali tamponi.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori