Home / Salute e benessere / Il Gruppo Pittini dona un'ambulanza all'AsuFc

Il Gruppo Pittini dona un'ambulanza all'AsuFc

Il mezzo dotato di strumentazione di alto livello tecnologico andrà a beneficio del sistema dell'emergenza urgenza

Il Gruppo Pittini dona un'ambulanza all'AsuFc

Il Dipartimento di Anestesia e Rianimazione dell'Azienda Sanitaria Universitaria Friuli Centrale potrà contare su una nuova ambulanza. Oggi, durante una breve cerimonia all'ingresso dell’Ospedale di Udine, il Gruppo Pittini ha donato all’AsuFc il mezzo, dal valore di circa 168mila euro, e dotato di strumentazione di ultima generazione.

Erano presenti il vicegovernatore Riccardo Riccardi, il direttore generale AsuFc Massimo Braganti, il direttore del Dipartimento di Anestesia Amato De Monte, il direttore medico dell'ospedale Luca Lattuada, Simona Pittini e Micaela Di Giusto, responsabile gestione e sviluppo risorse umande Pittini.

“Si tratta di un altro tassello che si aggiunge alla nostra realtà per dare risposte al territorio", ha detto Riccardi. "Voglio ringraziare ancora una volta chi lavora nell’ambito dell’emergenza e chi permette queste donazioni; di storie positive ce ne sono e sono convinto che vadano raccontate. Ancora grazie per questo gesto”.

“Grazie per l’ennesimo gesto per la popolazione friulana: tutte le donazioni ricevute hanno avuto un fattore fondamentale, quello dell’immediatezza e dell’orientamento delle risorse verso tecnologie da poter utilizzare in maniera tempestiva per le esigenze sanitarie”, ha commentato De Monte.

“Alla base di tutto - spiega Lattuada - c’è un lavoro incredibile, giornaliero, che fa emergere una grande organizzazione: poter disporre di una nuova ambulanza è una grande risorsa per questa Azienda”.

Simona Pittini si sofferma sulla lunga storia di solidarietà del Gruppo, il forte legame con il territorio e i ringraziamenti a chi ha lavorato in prima linea per queste emergenza. Con la benedizione finale, l’ambulanza è da subito operativa.

Si tratta di un'ambulanza equipaggiata come unità mobile di rianimazione, con impianto fotocatalitico che permette il massimo livello di salubrità grazie a un moderno sistema di purificazione e ricircolo dell'aria dotato di impianto elettrico e ventilatore polmonare di ultima generazione.

Fra le ulteriori strumentazioni anche un sistema di diagnostica e primo soccorso, presidi di mobilizzazione e immobilizzazione del trauma e per la gestione del trauma pediatrico oltre che barella all'avanguardia in grado di supportare una portata di 280 chili e impianti radio autoradio e navigazione di alto livello per garantire la comunicazione con la centrale 112 Sores.

Il vicegovernatore ha rimarcato il ringraziamento a Federico Pittini, presidente dell'omonimo Gruppo con sede a Rivoli di Osoppo, per l'importante atto di solidarietà che sottolinea la presenza concreta sul territorio della storica impresa e richiama i valori dell'altruismo e dell'unità di cui il Friuli Venezia Giulia è orgoglioso.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori