Home / Salute e benessere / Pordenone, ambulatorio per ridurre codici bianchi e verdi

Pordenone, ambulatorio per ridurre codici bianchi e verdi

Piccin (FI) propone d'istituire in via sperimentale la Rapid Access Unit

Pordenone, ambulatorio per ridurre codici bianchi e verdi

“Proponiamo di istituire in via sperimentale l’ambulatorio Rau, Rapid Access Unit, all’ospedale di Pordenone, valutandone l’attivazione anche negli altri presidi provinciali: medico e infermieri che, in un apposito ambulatorio all’interno del pronto soccorso, si dedichino esclusivamente alla gestione dei pazienti meno gravi, ovvero con codici a bassa priorità (bianco e verde), al fine di ridurre i tempi d’attesa e migliorare l’assistenza per tutti”. Lo afferma la consigliera regionale Mara Piccin (Forza Italia).

“Quello dei tempi d’attesa troppo lunghi nei pronto soccorso – osserva la consigliera forzista - è uno dei problemi che affligge la nostra sanità ed è causa di insoddisfazione tra i pazienti: il centrodestra che governa la Regione sta prendendo di petto la questione, istituendo in forma sperimentale i Rau, grazie ai quali il sovraffollamento delle aree di emergenza dovrebbe ridursi sensibilmente, migliorando il flusso dei pazienti. Va ricordato infatti che i disagi, nei pronto soccorso, sono determinati in gran parte da un afflusso non corretto da parte dei pazienti, che in rilevante percentuale dovrebbero seguire percorsi diversi. Numerose richieste di prestazioni potrebbero essere gestite a livello territoriale (medico di medicina generale o guardia medica), invece contribuiscono al sovraffollamento dei pronto soccorso. Pordenone non è esente da questo problema e l’istituzione di un ambulatorio Rau porterebbe senz’altro dei benefici: auspichiamo che questa richiesta possa trovare soddisfazione in tempi brevi”.

“Il Rau, già istituito in forma sperimentale a Trieste e Monfalcone e annunciato a Gorizia – aggiunge Piccin -, appare una valida soluzione. È un’unità autonoma: personale medico e infermieristico, in un ambulatorio facente parte della struttura del pronto soccorso e in genere attiguo all'area triage e alla sala di attesa, dedicati a valutare e gestire i pazienti con codici a bassa priorità. Separando la gestione di questi ultimi da quella delle emergenze in senso stretto, si migliora l’assistenza sia nei confronti dei codici bianchi e verdi sia dei pazienti più gravi. Il Rau si inserisce nella direzione di correggere i percorsi dei pazienti, informando i cittadini sulla correttezza dei flussi al pronto soccorso, in quanto dà risposte alle domande che non rientrano nel perimetro dell’emergenza. Tutto a beneficio di pazienti, familiari e professionisti”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori