Home / Salute e benessere / Ronchi, successo per l'autoemoteca di San Nicolò

Ronchi, successo per l'autoemoteca di San Nicolò

Grazie alla locale sezione della Fidas isontina raccolte 24 donazioni di sangue e plasma

Ronchi, successo per l'autoemoteca di San Nicolò

L’autoemoteca di San Nicolò, allestita nell’area parrocchiale di Santo Stefano dalla sezione di Ronchi dei Legionari della Fidas isontina, è stata ancora una volta un successo. Raccogliendo ben 24 donazioni di sangue e plasma.

Numeri positivo per la sezione guidata da Enzo Zuin, presente in forze non solo per ricordare l’importanza del dono, ma anche per guardare con positività al nuovo anno in arrivo. Oltre alla volontà di raccogliere sempre più nuove leve attorno al sodalizio, c’è stato il momento più emozionante con la presenza di San Nicolò che ha regalato ai più piccoli dolciumi e qualche sorpresa.

Soddisfazione, dunque, per il presidente Zuin e per la dirigenza isontina, primo fra tutti il presidente Feliciano Medeot. Si è trattato di un momento d'incontro tra i donatori, ma anche di un modo per richiamare l’importanza di eventi come questi.

Il prossimo appuntamento con l’autoemoteca è previsto per l’8 marzo: l'uscita sarà interamente riservata alle donatrici donne e sarà la prima delle tre uscite programmate nell'arco dell’anno. Fino all’8 marzo, in ogni caso, la sezione si fermerà per qualche settimana di pausa dalle numerose attività, non ultimo il memorial dedicato a Umberto Cettul che ha raccolto attorno ai donatori di sangue ronchesi ben 1.300 iscritti.

Insomma, la giornata di pioggia non ha scalfito i numerosi donatori e donatrici, soci e simpatizzanti nell’area della parrocchia di Santo Stefano che ha concesso i locali e anche l’energia elettrica all’impianto mobile.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori