Home / Salute e benessere / Sacile, confermata l'accoglienza dei pazienti Covid

Sacile, confermata l'accoglienza dei pazienti Covid

Riccardi: "In caso di emergenza, l'azienda sanitaria territoriale non farà mancare i servizi"

Sacile, confermata l\u0027accoglienza dei pazienti Covid

"Nel caso in cui la struttura di Sacile dovesse essere attivata, ed oggi non c'è questa esigenza per dare risposta all'emergenza Covid, l'azienda sanitaria territoriale non farà mancare i servizi che normalmente la struttura liventina ha assicurato fino ad ora alla comunità, confermando inoltre gli investimenti già previsti per un valore di 4 milioni oltre alle funzioni a partire dalla PMA". Lo ha detto il vicegovernatore con delega alla salute, Riccardo Riccardi, partecipando quest'oggi a Sacile a un incontro con i sindaci dell'Ambito Livenza Cansiglio Cavallo. L'esponente dell'esecutivo Fedriga ha ricordato il valore dei servizi fino ad ora garantiti dal sistema sanitario locale "motivo che ha indotto il Dipartimento di prevenzione ad individuare la Rsa quale luogo per la gestione dell'emergenza Covid in questa parte del territorio regionale e che potrà essere riattivata in futuro nel caso in cui si dovesse riacutizzare la presenza del virus. Tutto ciò non andrà minimamente ad intaccare la risposta di salute nell'area liventina; se quindi la struttura dovesse in futuro essere nuovamente utilizzata per il ricovero di pazienti positivi al Covid, allora una volta terminata l'emergenza, verrà restituita alla sua funzione originaria, perché servizi di questo tipo sono indispensabili per il territorio".

Riccardi ha inoltre confermato che a Sacile verranno portati avanti i progetti già definiti in passato nell'ambito di alcuni interventi programmati, i cui dettagli sono stati illustrati ai presenti dal direttore generale dell'Asfo, Joseph Polimemi. Nello specifico, 950mila euro verranno destinati all'adeguamento degli impianti antincendio, mentre poco più di 3 milioni serviranno per l'adeguamento delle strutture esistenti. In particolare 1,6 milioni verranno destinati alla Colonia agricola, quindi 1,4 milioni al San Camillo per creare un nuovo alveo del centro di salute mentale e infine 50mila euro per il padiglione Meneghini per consentire l'erogazione di prestazioni riabilitative.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori