Home / Salute e benessere / Salgono a cinque i casi positivi al Coronavirus in Fvg

Salgono a cinque i casi positivi al Coronavirus in Fvg

Dopo l'uomo di Gorizia, i test per Covid-19 sono stati confermati su tre persone a Udine e una a Trieste

Salgono a cinque i casi positivi al Coronavirus in Fvg

Sono cinque i casi di contagio da Coronavirus accertati in Friuli Venezia Giulia. La conferma è arrivata alle 8 di questa mattina, da una nota della Regione, nella quale si legge: "Proseguendo nell'attività clinica legata all'emergenza coronavirus, la Regione informa che sono risultati positivi al test quattro nuovi casi: uno a Trieste e tre a Udine. I pazienti sono stati presi in carico dal Servizio sanitario e i campioni dei test inviati all'Istituto Superiore di Sanità".

Nessuna delle persone contagiate è ricoverata in ospedale, si trovano tutte in isolamento a casa. Lo ha fatto sapere il Vicepresidente della Regione Riccardo Riccardi.

L'evoluzione della situazione in Friuli Venezia Giulia sarà al centro della riunione del Comitato operativo che si riunirà alle 9 nella sede della Protezione civile a Palmanova. Al tavolo si deciderà quali azioni mettere in campo per contenere il rischio della diffusione del contagio. Massimiliano Fedriga ha fatto sapere di non essere intenzionato a ripristinare le misure restrittive che proprio ieri, d’intesa con il Ministero della Salute, si è stabilito di sospendere.

La decisione, in merito alle scuole, sarà comunque presa nel pomeriggio, d'intesa tra Regione, Governo e autorità sanitarie.

La prima persona contagiata è un cinquantenne di Gorizia, celibe e senza figli, che vive con la madre. Dopo che i due tamponi faringei hanno dato esito positivo al contagio da Covid-19, i sanitari hanno effettuato test su altre sette persone, vicine al cinquantenne, compresa la madre. Nessuno è risultato positivo.

Il cinquantenne avrebbe contratto il Covid-19 durante una trasferta a Treviso, in occasione della quale si è recato all’ospedale Ca’ Foncello. Al momento le sue condizioni non destano particolare preoccupazione. Il paziente è stato preso in carico dal Servizio Sanitario ma non è ricoverato in ospedale. Si trova in isolamento nella sua abitazione.

I tre casi udinesi, stando a quanto emerge dalle prime informazioni a disposizione del sindaco Pietro Fontanini, sarebbero legati a un contatto con una persona positiva arrivata da fuori regione in occasione di un convegno, al quale avrebbero partecipato una cinquantina di persone, molte delle quali in arrivo da fuori regione. "Non c'è una situazione di allarme, ma di massimo controllo", conferma il primo cittadino, che vuole rassicurare la popolazione. "Le autorità sanitarie stanno monitorando li casi, che sono ben circoscritti. Attendiamo le decisioni delle autorità sanitarie, ma non credo ci sia la necessità di ulteriori misure di contenimento".

Anche sul caso triestino si sta cercando di chiarire l'esatta provenienza del contagio, ma il sindaco Roberto Dipiazza rassicura la popolazione e conferma che domani tutte le attività scolastiche e non solo saranno regolarmente aperte.

Questa mattina è stata convocata d’urgenza la Giunta comunale di Gorizia, su iniziativa del sindaco Rodolfo Ziberna. "La macchina regionale allestita ha funzionato perfettamente", spiega Ziberna. "A cominciare dalla comunicazione. Il contagiato, quando si è reso conto di avere febbre e tosse, si è messo subito in contatto con il 112 e ha quindi attivato i controlli. E' stato messo in quarantena in casa. Tutte le persone con cui si era relazionato sono a oggi asintomatiche, ma sono state messe comunque in isolamento. Oggi le condizioni del paziente sono in miglioramento ed è sfebbrato, quindi una buona notizia. E' stato attivato il Centro operativo comunale della Protezione civile al livello più basso, quello giallo. Io non intendo usare i poteri di ordinanza del sindaco: attendiamo le decisioni della Regione e del Governo per valutare come procedere".

Articoli correlati
0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori