Home / Salute e benessere / Ticket, esenzioni prorogate fino a marzo 2021

Ticket, esenzioni prorogate fino a marzo 2021

Le autocertificazioni rimarranno valide, evitando ai cittadini di doversi recare agli sportelli. Ripartono anche le prenotazioni al Cup

Ticket, esenzioni prorogate fino a marzo 2021

"Le autocertificazioni per il diritto di esenzione dal ticket sanitario per reddito sono prorogate fino al 31 marzo 2021 e non c'è quindi alcuna necessità che i cittadini interessati si rechino agli sportelli a meno di variazioni dello stato o di nuove posizioni". Lo ha chiarito nell'aula del Consiglio regionale il vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi.

Su indicazione della direzione regionale centrale Salute, Insiel ha aggiornato le posizioni dei 30mila interessati e le aziende sanitarie hanno già disposizioni di informare i cittadini, sensibilizzare i medici di medicina generale e verificare che le autocertificazioni mantengano la loro validità anche per il periodo di estensione.

CUP. "Dopo un breve periodo di difficoltà, la funzionalità del numero unico di prenotazione delle prestazioni sanitarie è stata ripristinata per tutte le prestazioni di primo accesso sia per le strutture pubbliche che per le private convenzionate, anche se saranno ancora inevitabili alcuni disagi proprio per le condizioni precauzionali imposti da un virus tuttora esistente". Lo ha riferito oggi il vicegovernatore con delega alla Salute del Friuli Venezia Giulia, Riccardo Riccardi, nel Question Time del Consiglio regionale. Riccardi ha ricordato che nel periodo post-Covid "si è verificata una situazione eccezionale sul fronte delle prenotazioni".

Per quanto riguarda invece il tema delle modalità di risposta, il Call center telefonico, ha spiegato il vicegovernatore, segue la regola di proporre all'utente il primo posto visibile in rete nell'ambito dell'Azienda di riferimento in base alla residenza dell'utente o rispetto alla sede richiesta dall'utente stesso. In quest'ultimo caso, se vi sono tempi inferiori nella sede di residenza, l'operatore centralino lo comunica all'utente. Sulle liste d'attesa del servizio sanitario regionale, in relazione all'impatto della pandemia, Riccardi ha annunciato, infine, che i dati del monitoraggio saranno disponibili entro il 31 luglio.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori