Home / Spettacoli / ‘Gli amanti di Verona’ a Festil

‘Gli amanti di Verona’ a Festil

Venerdì 24 giugno a Udine e sabato 25 a Trieste, Giulietta e Romeo nel racconto-concerto con le musiche dal vivo dagli Agricantus

‘Gli amanti di Verona’ a Festil

Proseguono a Udine e a Trieste gli appuntamenti di Festil, Festival estivo del Litorale organizzato da Tinaos, con il contributo della Regione, con il sostegno del Comune di Udine – Udinestate22, per gli appuntamenti nella città di Udine, e della Fondazione Friuli, e in collaborazione con il Css Teatro stabile di innovazione del Fvg e il Rossetti Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia.

Venerdì 24 giugno, alle 21.15 al Teatro San Giorgio a Udine, in collaborazione fra Festil e Teatro Contatto 40 va in scena “Gli amanti di Verona – il pietoso caso di Giulietta e Romeo”, un racconto-concerto con Manuela Mandracchia e Fabio Cocifoglia, accompagnati dalle musiche dal vivo del noto gruppo folk siciliano Agricantus (voce, Fender Rhodes, pianoforte Anita Vitale; strumenti a fiato etnici, voce Mario Crispi; basso acusti-co, voce Mario Rivera), una produzione Casa del Contemporaneo.

“Gli amanti di Verona – il pietoso caso di Giulietta e Romeo” trae linfa dalla novella composta intorno alla metà del Cinquecento da Matteo Bandello, che fu fonte di ispirazione per Shakespeare e la sua nota tragedia, tra le più amate di sempre.

Sebbene in un linguaggio completamente diverso, la novella del Bandello non ha nulla da invidiare all’opera shakespeariana per potenza emotiva e intreccio: “Ci sembra importante far conoscere questa novella spesso dimenticata, cercando di restituirla in tutta la sua forza drammatica e teatrale” affermano Mandracchia e Cocifoglia, che decidono di raccontarla attraverso tutti i modi possibili. Il serrato dialogo tra i due attori si fonde con la musica degli Agricantus, in un felice incontro che apre a nuove e reciproche possibilità di sperimentazione.

Il carattere “folk” della musica riesce a sottolineare lo stile narrativo del Bandello, in cui costumi, modi e situazioni vengono raccontati con leggerezza, semplicità ed efficacia emotiva. L’immersione nell’universo evocati-vo della musica degli Agricantus farà scoprire così imprevedibili risonanze della storia, permettendo al pubblico di lasciarsi sorprendere con gioia.

Nell’ambito di Festil, il giorno seguente (sabato 25 giugno), lo spettacolo replicherà a Trieste, al Politeama Rossetti – Sala Bartoli, alle 21.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori