Home / Spettacoli / 'Claire de … jazz' a Trieste

'Claire de … jazz' a Trieste

Mercoledi’ 26 giugno il conservatorio Tartini promuove il concerto ad alta tecnologia con il sistema Lola

\u0027Claire de … jazz\u0027 a Trieste

Claire de … jazz”, ovvero un grande concerto senza confini e limiti spazio-temporali, attraverso un filo rosso che spazierà da un omaggio a Claude Debussy alla creatività improvvisativa del jazz, nel segno della tecnologia LoLa che permette ai musicisti di suonare insieme anche se si trovano a grande distanza. Mercoledì 26 giugno, alle 19 nell’Aula Magna “Paolo Budinich” della SISSA – Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, il sipario si alzerà sull’evento conclusivo del meeting mondiale “Trieste capitale della musica” dedicato alla rete GMEL, Global Music Education League, organizzato dal Conservatorio Tartini con la partecipazione delle più prestigiose Accademie musicali del pianeta. “Claire de … jazz” sarà il filo rosso del concerto che prenderà il via da Debussy per poi approdare alla poliedricità del Jazz.

L’obiettivo è la realizzazione di un concerto interattivo con performance jazz di musicisti delle nazioni della rete GMEL: un Ensemble impegnato live sul palco, compost dallo statunitense Jonathan Bumpus della Eastman School of Music di Rochester, da Camilla Collet e Simone Lanzi del Conservatorio di Trieste, da Luca Mancini del Conservatorio di Pesaro, da Matthew Harris del Conservatorio di Sidney, da Nicholas Stahl del California Institute of the Arts, e ancora da Andrew Velez della George Mason University e Olivia Murphy del Conservatorio di Birmingham. Il Gruppo suonerà, grazie alla tecnologia LoLa (Low Latency) messa a punto dal Tartini, in presa diretta con musicisti che si troveranno in un’altra sede europea, e saranno collegati su maxi schermo. Il linguaggio jazz confermerà come la musica possa essere elemento unificante di dialogo fra le più diverse aree geografiche e culturali, capace quindi di attivare immediatamente la conoscenza e la condivisione di comuni valori di cooperazione e rispetto fra le nazioni.

Promossa dal Conservatorio Tartini, la tre giorni di “Trieste capitale della musica” è organizzata in collaborazione con il MIUR – Ministero Istruzione Università e Ricerca e la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, con il sostegno della Fondazione CRTrieste e di Fazioli. Fra gli obiettivi principali del meeting spicca la possibilità di definire linee guida comuni nelle varie offerte formative, a partire dal confronto con gli strumenti formativi in uso. Il concerto in programma alla SISSA, aperto alla partecipazione di uditori esterni, è un evento satellite del cartellone di SISSA Summer Festival ed è il primo step di un impegno del Tartini in direzione di ESOF 2020. Per il pubblico sarà possibile usufruire del parcheggio interno della Scuola, info e dettagli www.conservatorio.trieste.it tel. 040.6724911.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Sport news

Cultura

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori